Portavano droga in carcere coi droni: arresti a Napoli e Caserta

SULLO STESSO ARGOMENTO

Droga e cellulari in carcere con i droni. Gli agenti della polizia penitenziaria di Taranto e Bari hanno notificato cinque ordinanze di custodia cautelare dopo le indagini sul tentativo di introdurre droga e telefoni cellulari nel carcere di Taranto servendosi di un drone.

Ai domiciliari un uomo e una donna, residenti nelle province di Napoli e Caserta, che avrebbero cercato a maggio di introdurre la droga e i telefoni nel carcere.

Le altre tre misure cautelari in carcere riguardano i tre detenuti. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di illecito tentativo d’accesso in carcere di dispositivi idonei alla comunicazione da parte di detenuti.

    Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip del tribunale di Taranto, Francesco Maccagnano, su richiesta del pubblico ministero, Marco Colascilla Narducci.







    LEGGI ANCHE

    Camorra, il boss pentito Pasquale Cristiano: “Ci fu un summit di 30 persone per decidere di eliminarci”

    La faida di camorra che nei mesi scorsi ha insanguinato le strade di Arzano e dei comuni vicini aveva trovato il suo apice nel...

    Violenta lite in strada a Carinaro per una precedenza non data: il video virale sul web

    A Carinaro si è verificata una violenta lite tra due automobilisti a causa di una precedenza non data. La situazione è degenerata in una...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE