Cosa succede quando un sottomarino va troppo in profondità?

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quando si esplorano le profondità dell’oceano c’è un fattore da tenere in considerazione affascinante e spaventoso allo stesso tempo: la profondità di frantumazione. Questo termine descrive una realtà molto concreta e pericolosa per i sottomarini che osano avventurarsi troppo in profondità.

La recente tragedia del sottomarino Titan, progettato per esplorare il relitto del Titanic, ha portato alla luce l’importanza di ciò. Cosa succede esattamente quando un sottomarino supera la sua profondità di sicurezza? In parole povere, la pressione dell’acqua diventa così intensa che la struttura non riesce più a resistere.

Questo è ciò che è accaduto al Titan: la pressione dell’acqua ha superato la resistenza del suo scafo, causando un’implosione che ha distrutto il veicolo e tutto ciò che conteneva. La profondità di frantumazione ovviamente varia a seconda del mezzo utilizzato, ma per quelli moderni, ad esempio, si stima che sia di circa 450 metri, con una profondità massima di discesa di circa 950 metri (ovviamente tutto cambia in base al modello, ma lo standard è questo).

    Oltrepassare questi limiti può avere conseguenze catastrofiche, come abbiamo visto con il Titan. Una volta raggiunta la profondità di schiacciamento non si può fare più nulla per salvarsi: un sottomarino subisce un’implosione. Questo perché il sistema dello scafo che consente a queste navi di arrivare così in basso perde la sua capacità di resistere all’enorme pressione dell’ambiente esterno e le pareti del mezzo non riusciranno più a trattenere l’acqua.

    La pressione schiaccia il sottomarino, facendo entrare il liquido all’interno e distruggendo tutto quello che contiene.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

    Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

    Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

    Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

    Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

    “Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

    Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

    Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE