Salerno scoperto laboratorio di sostanze dopanti e stupefacenti: 2 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

In una zona rurale in provincia di Salerno è stato individuato dalle autorità un locale adibito a laboratorio clandestino per la produzione, miscelazione e confezionamento di potenti sostanze dopanti, anche ad effetto stupefacente.

Dopo un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini per disarticolare un sodalizio criminoso dedito al traffico internazionale di sostanze ad azione dopante e stupefacente, il Reparto Operativo del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma, coadiuvato dai militari del Comando Provinciale di Salerno e del Comando Compagnia di Agropoli, hanno eseguito una perquisizione nei confronti di due persone residenti in provincia di Salerno.

E’ stato trovato in una zona rurale un laboratorio dove venivano fabbricate queste sostanze e si è proceduto all’arresto di due persone. All’interno del fabbricato – allestito con presse, macchine incapsulatrici e conta-compresse, miscelatori e strumentazione per l’etichettatura – sono stati rinvenuti: 400 chili di principi attivi di sostanze anabolizzanti di varia natura, tra cui steroidi, ormoni della crescita e stimolanti.

    Trovati anche 26 flaconi di Ghb, la cosiddetta “droga dello stupro”

    E ancora 20 chili di efedrina, precursore della sostanza stupefacente sintetica “metamfetamina”; 4 chili di sibutramina, sostanza dopante nonché anoressizzante bandito dal commercio europeo dal 2010; 61 confezioni di nandrolone, sostanza anabolizzante e stupefacente, vietato dalla legge; 26 flaconi di Ghb, la cosiddetta “droga dello stupro”; 300 chili di eccipienti e coloranti, funzionali alla produzione finale delle sostanze.

    Gli ingenti volumi di sostanze rinvenuti e la complessità tecnologica del laboratorio hanno determinato la necessità di un intervento di personale specializzato del Ris di Roma per la campionatura delle sostanze e la messa in sicurezza dei luoghi sottoposti a sequestro. Le operazioni si sono concluse con l’arresto in flagranza di due persone, residenti nella provincia di Salerno successivamente posti a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania, e sono stati condotti nel carcere di Salerno.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Sequestrato centro accoglienza per donne maltrattate in provincia di Salerno

    I carabinieri hanno sequestrato una struttura di accoglienza per donne maltrattate nel Salernitano per "diffuse carenze igienico-sanitarie". I militari del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Salerno, insieme a quelli del Reparto Territoriale e al personale della ASL, del Piano di Zona e dei Servizi Sociali, hanno eseguito un decreto di...

    Festival Nazionale Stillafest a Salerno: Esplorando l’Acqua in Tutte le Sue Forme

    Nel 2024, gli appassionati di scienze, storia e discipline umanistiche si imbarcheranno in un viaggio emozionante all'interno del Festival nazionale Stillafest dedicato all'acqua. Questo evento rappresenta un tributo a una risorsa fondamentale, cruciale per la sopravvivenza e ricca di significati culturali e spirituali. Si prepara quindi un'avventura intellettuale...

    CRONACA NAPOLI