Carabinieri restituiscono quadro rubato nel 1988 in una chiesa nel fiorentino

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il 16 maggio 2023 alle ore 12:00, nella sede della Curia Arcivescovile di Firenze, alla presenza del Cardinale Giuseppe BETORI, Arcivescovo della Diocesi di Firenze, di Don Antonio LARI, Vicario parrocchiale e del Diacono Alessandro BICCHI, dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Firenze, avverrà la restituzione alla comunità del dipinto Madonna con bambino tra i Santi Giovannino e Giuseppe, trafugato nel 1988 dalla chiesa di Sant’Ansano di Borgo San Lorenzo (FI) e recuperato dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli, guidati dal Capitano Massimiliano CROCE.

L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, attraverso indagini d’iniziativa riguardanti il monitoraggio di siti internet, ha permesso ai militari dell’Arma di localizzare l’opera oggetto di furto presso una casa d’aste napoletana.
Di fondamentale importanza per l’individuazione del prezioso bene è risultata la comparazione dell’immagine con quelle contenute nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ne ha confermato la provenienza illecita.

La restituzione odierna avvalora l’importanza dell’opera di sensibilizzazione che le articolazioni del Comando TPC compiono presso gli Uffici Diocesani, anche attraverso la divulgazione della pubblicazione Linee Guida per la Tutela dei Beni Culturali Ecclesiastici, realizzata nel 2014 in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana. La pubblicazione oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni chiesastici, diffonde e valorizza le iniziative di catalogazione e censimento dei beni custoditi nei luoghi di culto.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

Minaccia di gettarsi nel vuoto per evitare l’arresto a Sant’Angelo dei Lombardi

Una mattinata movimentata a Sant'Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino, si è conclusa fortunatamente senza conseguenze, quando un uomo di 63 anni ha...

Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

"Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE