Napoli, pusher arrestato grazie alla segnalazione sull’app YouPol

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Secondigliano, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Liburia  nel rione di San Pietro a Patierno poiché un cittadino, tramite l’app YouPol, aveva segnalato un’attività di spaccio.

I poliziotti, arrivati sul posto, hanno notato un uomo che, dopo aver ricevuto una banconota da una persona, si è diretto in una stradina adiacente per poi tornare, poco dopo, dalla stessa persona per consegnarle qualcosa; quest’ultima, alla vista degli operatori, si è allontanata frettolosamente.

Gli operatori hanno bloccato lo spacciatore trovandolo in possesso di un involucro di cocaina e 115 euro; inoltre, hanno effettuato un controllo nella strada da cui era uscito ed hanno rinvenuto, dietro un cancello, due contenitori calamitati contenenti 37 involucri del peso di circa 6,5 grammi di cocaina.

    A.G.C., 21enne di Grumo Nevano con precedenti di polizia, è stato arrestato per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e rinchiuso nel carcere di Napoli Poggiorealke.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE