Il gruppo cileno Inti-Illimani approda nella terra che ha ospitato Ortega. Il 26 maggio concerto gratuito nel salernitan...

SULLO STESSO ARGOMENTO

l gruppo cileno Inti-Illimani approda nella terra che ha ospitato Ortega. Il 26 maggio concerto gratuito nel salernitano, a San Giovanni a Piro, l’Agua World Tour con Giulio Wilson.

San Giovanni a Piro (Salerno). Gli Inti-Illimani approdano nel salernitano, e lo faranno il 26 maggio a partire dalle ore 22, con un concerto gratuito di piazza, nel borgo salernitano di San Giovanni a Piro, nella terra che fu lo scenario dei moti di Bosco e dell’esilio del pittore spagnolo José García Ortega, dove soffierà il vento della rivolta sulle note del gruppo musicale cileno che si esibirà insieme al cantautore e musicista italiano, Giulio Wilson.
Una band musicale che si misura con una grande visione, quella di riaccendere nei giovani la passione civile, il dialogo democratico, la ricerca di una politica dalla parte degli ultimi e l’ansia di lottare ancora per affermare una giustizia sociale.

Dopo il successo musicale che lo scorso anno ha visto protagonista nei teatri italiani la band cilena degli Inti-Illimani e il cantautore toscano, Giulio Wilson, tra pochi giorni il gruppo comincerà la tournée mondiale proprio dall’Italia con il progetto AGUA, che li vedrà esibirsi dal vivo tra i più importanti palchi, auditorium e teatri italiani, per la presentazione del loro primo disco registrato tra Firenze e Santiago del Cile.

    Lotta al cambiamento climatico, tutela dell’ambiente, recupero dei valori umani, attenzione verso il sociale e impegno politico. Questi i temi trattati dal duo Inti-Illimani e Giulio Wilson, in un tour musicale mondiale che toccherà cuore e menti, sulle note rivoluzionarie cilene. Una proposta musicale inedita, in cui le sonorità della musica cilena incontreranno i suoni e le parole di Giulio Wilson, il cantautore geniale dallo stile ricercato e demodé.

    AGUA Word Tour, prodotto da IMARTS, approderà quindi tra poche ore in Italia per il tour 2023 che vedrà come tappa le principali città italiane che ospiteranno gli Inti-Illinani e Giulio Wilson: Genova, Roma, Senigallia, Torino, Bologna, Milano, Mantova, Padova, Firenze, e il 26 maggio San Giovanni a Piro. Dopo invece, toccherà a Madrid e Barcellona.
    Un appuntamento musicale attesissimo dunque, quello di San Giovanni a Piro dove il gruppo musicale, ospite del Comune, si esibirà in un concerto in piazza Giovanni Paolo II, con ingresso gratuito, per la prima volta nel salernitano, terra di santi, poeti, scrittori, ma soprattutto di lotta per i diritti, difesa della Democrazia e rivoluzione.

    INTI-ILLIMANI

    Il nome, Inti-Illimani (1967), proviene del quechua Inti e del aymara Illimani e significa “Sole di una montagna nelle vicinanze di La Paz, Bolivia.

    Il gruppo, composto dagli esordi da un gruppo di giovani studenti della Università Tecnica dello Stato del Cile, sorge all’interno del movimento chiamato “La Nuova Canzone Cilena”; che si sviluppa tra 1965 e 1973. Dal 1973 si stabiliscono in Europa, esattamente in Italia.

    A partire dagli anni ’80 la loro carriera si è distinta per i tanti successi, raggiungendo i primi posti della classifica italiana e collezionando innumerevoli dischi d’Oro e Platino. Inti-Illimani vanta milioni di dischi venduti in tutto il mondo, con presentazioni e concerti in più di 58 paesi.

    La band ha condiviso il palco e suonato con artisti di grandissima importanza come Bruce Springsteen, Sting, Peter Gabriel, Tracy Chapman, John Williams, Paco Peña, Mercedes Sosa, Silvio Rodríguez, Milton Nascimento, Danielle Silvestre, Lucio Dalla, Pablo Milanés, Francesca Gagnon, Arja Saijonmaa, Holly Near, Joan Baez, Marta Gómez, Isabel Parra, Georgina Hassan, Víctor Heredia, tra gli altri, suonando nei più rinomati palchi di tutto il mondo.

    Nel 2017 la band cilena ha compiuto 50 anni di ininterrotta carriera artistica, anniversario

    festeggiato con un tour per il Cile e con due concerti sold out al Teatro Caupolicán di Santiago.

    GIULIO WILSON

    Giulio Wilson, cantautore ed enologo, paroliere eclettico e straordinario musicista, ha la rara capacità di saper scovare storie fuori dal tempo e fuori dal coro, che hanno una tale bellezza che lui non riesce a fare a meno di raccontare, con la musica, con le parole e il genio da cantastorie. E ha il talento, tra i tanti, di “inciampare” lui nelle storie di altri, diventandone un personaggio, a volte inconsapevolmente.

    Il 16 aprile del 2022, periodo di lockdown in tutto il mondo, muore Luis Sepúlveda. Giulio invia un messaggio di dispiacere e vicinanza a Jorge Coulón, leader degli Inti-Illimani, che risponde “Gli artisti e scrittori di testi non muoiono mai”. Inizia così la loro storia, in un giorno che non è stato come gli altri. In un tempo lento, di vita in casa e il mondo fuori, fermo, in attesa della primavera. Da quel giorno Giulio non ha mai smesso di sentire gli Inti-Illimani, ora compagni d’arte e amici nella vita. E la primavera artistica arriva per loro con AGUA, il disco che sigla un’intesa umana forte, tradotta in 13 canzoni.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Al Museo-FRaC Baronissi presentazione del libro ‘Poetiche Impertinenze’, di Rossella Nicolò e Giancarlo Cav...

    Venerdì 23 febbraio alle ore 18:30, nel Salone della conferenze del Museo-FRaC Baronissi, sarà presentato il libro di Rossella Nicolò e Giancarlo Cavallo POETICHE...

    Tentata rapina di uno scooter a Napoli, i malviventi incastrati da una cimice e uno scaldacollo

    Francesco Scurti, quasi 21enne, è stato arrestato in relazione alla tentata rapina di uno scooter a Napoli, che ha portato a un tentato omicidio...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE