IL VIDEO

Il Far West di Sant’Anastasia ripreso dalle telecamere

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono stati ripresi dalle numerose telecamere presenti in zona i due giovani che nella tarda serata di ieri hanno esploso numerosi colpi contro un bar armati con una mitraglietta. Arma che chi la impugnava non ha saputo governare e quindi ha sparato a ventaglio colpendo persone innocenti. Scene in stile Far West.

Sono stati esplosi almeno 10 colpi contro il bar in piazza Cattaneo a Sant’Anastasia. I proiettili avrebbero accidentalmente – questa l’ipotesi più verosimile al vaglio dei carabinieri di Castello di Cisterna – colpito una famiglia, in quel momento all’esterno a mangiare. Il padre 43enne è rimasto ferito lievemente alla mano, la madre 35enne all’addome (entrambi sono stati condotti al Cardarelli), mentre la figlia di 10 anni è stata colpita alla testa e sarà operata a breve. Si trova all’ospedale Santobono e, secondo quanto riferito, non è in pericolo di vita.

Rimossa la pallottola che si era fermata nello zigomo della bambina di 10 anni ferita accidentalmente. La piccola dovrà essere sottoposta in giornata ad un altro intervento, è intubata ed in rianimazione ma i sanitari sono fiduciosi sull’evolversi delle sue condizioni. In ospedale era arrivata grazie al prezioso intervento di un passante che ha prelevato la piccola, caricandola in auto e portandola in ospedale.

    I carabinieri stanno cercando di capire se la sparatoria era diretta contro il bar come segnale di richiesta di pizzo o come-ha raccontato qualche testimone- vi sia stato un inseguimento tra moto con la conseguente sparatoria e quindi si tratta di un mancato agguato. La visione delle immagini – che è in corso dalla notte- potrebbe a breve chiarire qwuanto accaduto.

    “Per chi è credente si può dire sicuramente che questa bambina di 10 anni è stata miracolata. Per chi non lo è si può dire che è stata veramente fortunata”. Lo dice il deputato Francesco Emilio Borrelli che ha parlato con il direttore del Santobono, l’ospedale pediatrico napoletano dove è stata portata la piccola ferita.

    “Da quello che mi è stato detto – spiega Borrelli – il proiettile si è fermato allo zigomo e non ha raggiunto il cervello. La prognosi non è stata ancora sciolta e comunque la bambina dovrà essere sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per rimuovere il proiettile”.

    “Ormai – aggiunge Borrelli – si spara all’impazzata anche a caso senza preoccuparsi di colpire persone innocenti. Stiamo regredendo, sembra di fare un tuffo nel passato, in quegli anni ’80 dove la camorra dettava legge a suon di piombo e sangue – dichiarano Borrelli e Ines Barone, rappresentante territoriale del Sole che ride che si sono recati in ospedale – “lo Stato ora deve reagire e deve farlo con veemenza”. 

    “Reagire, però – aggiunge Borrelli – non vuol dire soltanto arrestare e condannare questi due criminali che hanno sparato, che chiediamo vengano presto individuati e condannati duramente, significa fare guerra al sistema camorra e non soltanto quando ci vanno di mezzo vittime innocenti. La reazione dello Stato non deve essere impulsiva e temporanea ma ragionata, calcolata e duratura. Soltanto così si possono davvero smantellare i clan e modificare quel tessuto sociale che consente la loro proliferazione”, ha concluso Borrelli.

    (le immagini della sparatoria sono di Pino Grazioli)



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    E’ morto Karl-Heinz Schnellinger, ex Milan e Roma. Segnò in Italia-Germania del ’70

    Karl-Heinz Schnellinger, una delle leggende del calcio tedesco degli anni '60 e '70, è morto la scorsa notte all'età di 85 anni presso l'ospedale San Raffaele di Milano. La notizia è stata confermata dalla figlia Birgit. Schnellinger, che viveva in Italia da oltre cinquant'anni, è ricordato non solo per...

    Baba Yaga Teatro “In altro mare – incontri con le creature degli abissi”

    La rassegna di racconti in musica "In altro mare - incontri con le creature degli abissi" è un'iniziativa presentata da Baba Yaga Teatro e curata da Rosalba Di Girolamo. Si svolgerà al Museo Darwin-Dohrn (Villa Comunale di Napoli) nei giorni giovedì 30 maggio, sabato 1 e domenica 2...

    CRONACA NAPOLI