Avellino, condannati a 24 anni i fidanzati killer

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

Condannati, insieme, alla stessa pena. Elena Gioia e Giovanni Limata dovranno scontare 24 anni di carcere per aver ucciso il padre di lei, Aldo, 52 anni. I due fidanzati, lei appena 18enne all’epoca dei fatti, e lui 23enne, non sopportavano l’avversione della famiglia Gioia alla loro relazione, fatta di migliaia di messaggi in chat, e di pochissime occasioni per stare insieme.

La corte d’assise, nel giudizio immediato, ha accolto in pieno le richieste del pm Vincenzo Russo e ha disposto anche il risarcimento per i familiari. I fratelli di Aldo Gioia si sono costituiti parte civile nei confronti del giovane e della nipote.

I fatti risalgono alla sera del 23 aprile 2021, quando Aldo Gioia, che si era addormentato sul divano di casa, si ritrovo’ Giovanni Limata addosso, mentre lo colpiva piu’ e piu’ volte con un coltello da caccia. L’uomo mori’ dissanguato in ospedale, nonostante la moglie e l’altra figlia avessero chiesto i soccorsi.



    Limata era entrato nell’appartamento in un edificio di corso Vittorio Emanuele grazie a Elena, che aveva finto di uscire per buttare l’immondizia e aveva lasciato la porta d’ingresso aperta. Lei poi si chiuse nella sua camera, aspettando che Giovanni finisse tutto. Avevano progettato di sterminare tutta la famiglia.

    Non ci riuscirono, perche’ Giovanni esito’ di fronte alle urla della mamma e della sorella di Elena. Il giovane scappo’ in modo rocambolesco a casa sua, a Cervinara, dove poi la polizia venne a prelevarlo. Elena rimase a casa, fingendo che dei rapinatori avessero aggredito suo padre. Versione che Aldo Gioia confermo’, per salvare la figlia.

    Anche la madre cerco’ di proteggere la ragazzina, ma quando poi apprese che suo marito era morto in ospedale, cambio’ completamente atteggiamento. I due fidanzati non hanno piu’ contatti dal giorno dell’arresto. Limata due anni fa cerco’ anche di suicidarsi in carcere.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Violenza all'esterno dello stadio Arechi prima del match tra Salernitana e Fiorentina. Dieci agenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti negli scontri tra le due tifoserie. Secondo quanto riferito dalla Questura di Salerno, tre agenti sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso, mentre gli altri sette sono...
    Antonio Scurati, ha recitato (e in parte aggiunto) a Napoli, durante l'evento Repubblica delle Idee, il monologo sul 25 aprile che avrebbe dovuto essere presentato su Rai3 da Serena Bortone. Il pubblico ha interrotto l'autore più volte con applausi. "Il fascismo è stato, per tutta la sua esistenza storica e...
    Nel carcere do Opera, Domenico Massari ha ucciso con la cintura dell'accappatoio il narcos Antonio Magrini
    La tranquillità post-partita è stata spezzata dai violenti scontri avvenuti al termine della partita tra Monza e Napoli dello scorso 7 aprile. Il Questore di Monza e della Brianza, Salvatore Barilaro, ha emesso una serie di provvedimenti draconiani contro gli ultras locali, autori delle violente aggressioni ai danni della...

    IN PRIMO PIANO