Al Senato opere teatrali della Fabbrica Wojtyla di Caserta

SULLO STESSO ARGOMENTO

Presentata attività con la senatrice Petrenga (Fdi).

“Lavoriamo per un mondo in cui il Terzo settore non abbia più ragione di esistere”. E’ il principio che ispira l’attività artistica e culturale di Fabbrica Wojtyla, il Teatro di innovazione di Caserta, che è stata presentata stamani nella Sala Caduti di Nassiriya del Senato, su iniziativa della senatrice Fdi Giovanna Petrenga.

Hanno portato i saluti oltre alla Petrenga, che ha ringraziato i giovani di fabbrica Wojtyla per il contributo che danno a Caserta e non solo in favore dei bisognosi, anche il senatore Udc, Antonio De Poli, il quale ha sottolineato l’importanza del ruolo del Terzo settore nella vita di tutti i giorni; presenti anche il portavoce del ministero della Cultura Andrea Petrella e il responsabile Terzo Settore Fdi Campania Giuseppe Tamburro.

    “Sono 360 mila le associazioni del Terzo Settore che operano in Italia – ha osservato Tamburro – mentre 1,4 milioni sono gli under 18 in difficoltà e che patiscono l’esclusione sociale. La pandemia e la Dad applicata nelle scuole hanno peggiorato notevolmente la situazione, e il fenomeno dell’emarginazione soprattutto giovanile si è acuito notevolmente. Noi del Terzo Settore, cui danno un cruciale contributo i volontari, operiamo in silenzio per includere. Il nostro non è assistenzialismo ma qualcosa di molto diverso”.

    Dell’attività artistica e culturale di fabbrica Wojtyla hanno parlato Valentina Rossi (“L’utopia è il nostro sogno per cambiare le cose nel mondo”), Patrizio Ranieri Ciu (“Orientare l’individuo e la sua identità per orientare le masse”) e Dafne Rapuano (“La qualità del singolo garantisce la qualità collettiva). Nel corso della conferenza stampa sono stati proiettati alcuni spezzoni di opere teatrali realizzate da Fabbrica Wojtyla.



    LIVE NEWS

    Don Patriciello: “De Luca non mi ha dato la mano, ma l’avrei ignorato”

    Alla domanda se il governatore della Campania lo abbia...
    DALLA HOME

    Tragedia in Valtellina: morti tre giovani finanzieri

    Tragedia in Valtellina: 3 giovani finanzieri del Sagf perdono la vita durante un'esercitazione in montagna. Un'esercitazione di addestramento si è trasformata in tragedia questa mattina in Valtellina, dove tre giovani militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (Sagf) hanno perso la vita precipitando da una parete rocciosa. I tre alpini,...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE