Villa Literno, 28enne albanese fermato per omicidio stradale e omissione di soccorso

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un 28enne albanese è stato fermato dai Carabinieri di Villa Literno  per omicidio stradale e omissione di soccorso.

Ieri mattina, poco dopo le 6.30, un 59enne albanese stava percorrendo in bici la strada provinciale 18 “Santa Maria a Cubito”, nel comune di Villa Literno, diretto a Giugliano in un centro diagnostico per degli esami, quando è stato investito da un furgone che viaggiava a velocità sostenuta e che, dopo averlo travolto, si è allontanato tamponando una seconda auto e ferendone il conducente. Il 59enne è morto sul colpo.

I Carabinieri della Stazione di Villa Literno hanno ricostruito in poche ore l’accaduto, identificando il 28enne alla guida del furgone e procedendo al fermo. Il giovane è stato portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’autorità giudiziaria.


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


L'Udinese ha deciso di sostituire l'allenatore Gabriele Cioffi con l'ex campione del mondo Fabio Cannavaro. Dopo la sconfitta contro il Verona, la dirigenza bianconera ha optato per un cambio sulla panchina per cercare di raggiungere l'obiettivo salvezza. La notizia è riportata dal Corriere dello Sport. Cannavaro, con esperienza in Cina e...
Violenza all'esterno dello stadio Arechi prima del match tra Salernitana e Fiorentina. Dieci agenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti negli scontri tra le due tifoserie. Secondo quanto riferito dalla Questura di Salerno, tre agenti sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso, mentre gli altri sette sono...
Tragedia ad Esino Lario, dove Pierluigi Beghetto, 53enne consigliere comunale e assessore, è stato ucciso oggi nel corso di una lite condominiale. L'aggressore, Luciano Biffi, 50enne vicino di casa della vittima, è stato fermato dai carabinieri per omicidio volontario. Biffi, già noto alle forze dell'ordine per problemi economici e psicologici,...
Nel carcere do Opera, Domenico Massari ha ucciso con la cintura dell'accappatoio il narcos Antonio Magrini

IN PRIMO PIANO