Offese razziste durante partita di calcio nel Casertano, giocatore lascia il campo in lacrime

SULLO STESSO ARGOMENTO

Brutto episodio di razzismo nel weekend nel Casertano, durante una partita di calcio tra il Sant’Andrea del Pizzone e il San Nicola. Bakary Keita, calciatore della squadra ospite, ha lasciato il campo in lacrime dopo aver essere stato insultato da un avversario.

Il club: “Offese razziste a nostro giocatore, squadra indignata”

A comunicarlo è l’ASD San Nicola Calcio, a nome del presidente Bernardo: “Durante la gara contro il Sant’Andrea del Pizzone di sabato, i nostri atleti indignati dal comportamento di un tesserato della società avversaria, in segno di solidarietà e protesta hanno deciso di lasciare il terreno di gioco”.

“Episodi che passano inosservati nelle categorie minori”

“Le ragioni di tale gesto sono da ricondurre alle offese razziste e discriminatorie pronunciate contro il nostro atleta Bakary Keita – proseguono -. Siamo assolutamente indignati che nel 2023 si verifichino ancora queste circostanze, tra l’altro sono episodi severamente puniti in tutti gli sport”.

    “Purtroppo, nelle categorie minori passano assolutamente inosservati – concludono -. A fine partita, il calciatore del S. Andrea del Pizzone ha chiesto scusa al nostro tesserato Bakary Keita”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

    Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

    Tampona e fa cadere moto: automobilista denunciato. Ferito gravemente il centauro

    Il 57enne dovrà rispondere delle accuse di lesioni personali stradali a seguito di un incidente verificatosi nella serata del 19 febbraio scorso. Durante la...

    Pagani, sequestrata una fabbrica che riproduceva illegalmente prodotti della SSC Napoli

    Un ingente quantitativo di merce contraffatta sequestrata, tre lavoratori in nero denunciati Nell'ambito dell'intensificazione delle attività di contrasto alla contraffazione, la Guardia di Finanza di...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE