Pozzuoli, nuove aggressioni ad agenti penitenziarie nel carcere femminile

SULLO STESSO ARGOMENTO

Seconda aggressione in pochi giorni ai danni di agenti penitenziarie nel carcere femminile di Pozzuoli.

Secondo i sindacati sono dovute alla “non idonea gestione” delle articolazioni per la tutela della salute mentale (ATSM) le aggressioni al personale del carcere femminile di Pozzuoli, l’ultima ieri, a causa della quale diverse poliziotte sono dovute ricorrere alle cure mediche.

A denunciare le “gravi condizioni lavorative” in cui versa il personale di Polizia penitenziaria dell’istituto, sono, in una nota congiunta, i sindacati SINAPPE, UIL P.A., USPP, FNS CISL, CGIL FP e CNPP, che ribadiscono lo stato di agitazione.



    “La grave situazione – spiega la nota – si ritiene essere principalmente riconducibile all’assenza di una idonea organizzazione dell’articolazione di salute mentale, determinata dall’assenza negli orari pomeridiani, notturni, nei fine settimana e nei giorni festivi di personale sanitario specializzato, deputato alla gestione delle detenute ristrette nell’ATSM.

    Tutto ciò, sembrerebbe, in contraddizione con quanto stabilito dal Protocollo di intesa sottoscritto dalla Direzione e l’ASL NA 2 Nord, con il quale si prevedeva la presenza di personale sanitario specializzato H24″.

    I sindacati segnalano inoltre che “le reiterate doglianze presentate dal personale di Polizia Peninenziaria ivi in sevizio risulterebbero del tutto vane, poichè le azioni poste in essere dalla direzione dell’istituto non sarebbero nè risolutive, ne allevierebbero il disagio lavorativo in cui il personale di Polizia Penitenziaria opera.

    Disagio ulteriormente aggravato dalla grave carenza di organico che impone al personale massacranti turni che vanno ben oltre gli orari prestabiliti e, sovente, senza poter nemmeno fruire dei previsti diritti soggettivi”, concludono i sindacati.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO