Bombe, stese e raid a colpi d’arma da fuoco: l’emergenza sicurezza tra Portici ed Ercolano arriva al ministro dell’Interno

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Deputato Alessandro Caramiello ha portato all’attenzione del governo l’emergenza sicurezza tra Portici ed Ercolano, elencando una serie di drammatiche escalation di terrore che hanno caratterizzato i comuni vesuviani negli ultimi tempi.

Il tutto riportato, in maniera capillare, in un’interrogazione rivolta al ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi: “Solo negli ultimi mesi l’esplosione di 30 colpi di pistola contro un cancello e un’auto presso Portici (ottobre 2022); la deflagrazione di un’altra bomba carta davanti ad un bar di Portici (novembre 2022); colpi d’arma da fuoco contro un’azienda di coibentazioni di Ercolano (novembre 2022); un furto presso un parrucchiere di Portici (gennaio 2023); raid negli uffici comunali di Palazzo Borsellino, presso Ercolano (gennaio 2023).

Da ultimo, in data 27 gennaio 2023, in pieno giorno e in una zona molto popolata (trattandosi dell’area mercatale), una donna è stata raggiunta da 2 colpi di arma da fuoco partiti da uno scooter che sfrecciava in zona” – ribadisce Alessandro Caramiello.

    “Urge la necessità di garantire un presidio più capillare sul territorio e di rafforzare l’organico in forza ai Commissariati competenti – come anche richiesto a gran voce da alcune sigle sindacali di Polizia –. Nei mesi scorsi ho incontrato il Questore di Napoli, ponendo l’attenzione sull’emergenza-sicurezza che vive l’area appena descritta e sull’urgenza di incrementare il presidio delle forze dell’ordine, anche al fine di scongiurare vittime innocenti tra la popolazione” – prosegue Caramiello.

    “Se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative di competenza intenda intraprendere al fine di garantire una risposta concreta, ad horas, a seguito dei numerosi episodi di criminalità verificatisi nell’area in oggetto, contribuendo anche a migliorare la percezione di sicurezza e rinnovando il rapporto di fiducia tra lo Stato e i cittadini”– ha concluso il Deputato Alessandro Caramiello.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

    Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

    Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

    Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

    Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

    “Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

    Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

    Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE