Lecce-Salernitana, sequestrate mazze ferrate: denunciati 6 tifosi

SULLO STESSO ARGOMENTO

I controlli disposti in occasione della partita di calcio disputata ieri tra Lecce e Salernitana (1-2) hanno consentito alle forse di polizia di sequestrare un grosso involucro lanciato da un bus dei tifosi salernitani in occasione di un controllo.

All’interno c’erano mazze ferrate, catene in metallo, manganelli telescopici, artifici pirotecnici, fumogeni e bombe carta. Successivamente in un minivan, sempre occupato da tifosi campani, è stata sequestrata una decina di grossi tubi di plastica rigida.

I possessori del materiale, tre tifosi originari di Salerno, sono stati denunciati, così come è stato denunciato un tifoso di Salerno che all’ingresso dello stadio è stato trovato in possesso di un coltellino a serramanico di 10 cm e un 24enne della provincia di Salerno che aveva con sé un tubo telescopico in metallo nascosto nel giubbotto.

    Denunciato anche un salentino 22enne, trovato in possesso di tre fumogeni e un manganello telescopico in metallo. Alla partita hanno assistito oltre 20.000 spettatori, nonché oltre mille tifosi salernitani giunti a bordo di autovetture private, minivan e 7 pullman, scortati da personale della Polizia di Stato sia all’andata sia al ritorno. A breve il questore di Lecce emetterà provvedimenti di Daspo.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, evade dai domiciliari a Porta Nolana: 55enne arrestato dalla Polizia

    Napoli. Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Polizia Vicaria-Mercato hanno arrestato un uomo di 55 anni per evasione dai domiciliari. Durante un controllo di routine, gli agenti hanno accertato che l'uomo, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per reati di droga e violenza, non era presente nella...

    Social vietati fino ai 16 anni: FdI e Pd contro i baby influencer

    Roma. Fratelli d'Italia e Partito Democratico si schierano contro i baby influencer e propongono una legge per vietare l'utilizzo dei social network ai minori di 16 anni. La proposta, depositata in Senato da Lavinia Mennuni (FdI) e alla Camera da Marianna Madia (PD), ha l'obiettivo di tutelare i minori dai...

    CRONACA NAPOLI