Camorra, riprende la faida del Rione Traiano: auto in fiamme nella notte

SULLO STESSO ARGOMENTO

Po chi giorni di tregua e stanotte è ripresa la faida di camorra al rione Traiano.

Nella notte infatti i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti in viale Traiano, all’altezza civico 123 per un’auto in fiamme. Si tratta di una Fiat 500, utilizzata da un 53enne del posto già nota alle forze dell’ordine.

Sul posto anche una autobotte dei vigili del fuoco che hanno provveduto a spegnere le fiamme. Indagini dei carabinieri per chiarire dinamica e matrice evento. Il proprietario dell’auto sentito a sommarie informazioni dai militari ha detto di non sapersi spiegare i motivi dell’eventuale atto intimidatorio nei suoi confronti.



    Le indagini sono rivolte a capire le sue frequentazioni e le persone con le quali sarebbe entrato in contrasto negli ultimi tempi.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Antonio Scurati, ha recitato (e in parte aggiunto) a Napoli, durante l'evento Repubblica delle Idee, il monologo sul 25 aprile che avrebbe dovuto essere presentato su Rai3 da Serena Bortone. Il pubblico ha interrotto l'autore più volte con applausi. "Il fascismo è stato, per tutta la sua esistenza storica e...
    Tragedia ad Esino Lario, dove Pierluigi Beghetto, 53enne consigliere comunale e assessore, è stato ucciso oggi nel corso di una lite condominiale. L'aggressore, Luciano Biffi, 50enne vicino di casa della vittima, è stato fermato dai carabinieri per omicidio volontario. Biffi, già noto alle forze dell'ordine per problemi economici e psicologici,...
    La tranquillità post-partita è stata spezzata dai violenti scontri avvenuti al termine della partita tra Monza e Napoli dello scorso 7 aprile. Il Questore di Monza e della Brianza, Salvatore Barilaro, ha emesso una serie di provvedimenti draconiani contro gli ultras locali, autori delle violente aggressioni ai danni della...
    Il segretario regionale dell'Osapp Campania, Vincenzo Palmieri lancia un appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "Dramma suicidi da inizio anno 32 detenuti tutti affetti da patologie mentali e tossicodipendenza". Secondo Palmieri: "E' il momento di agire, urgono modifiche legislativa per deflazionare gli istituti penitenziari non solo della Campania, oramai...

    IN PRIMO PIANO