Casapesenna, un campo di calcetto su un bene confiscato alla camorra

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sarà inaugurato a Casapesenna lunedì 12 dicembre il campo di calcetto realizzato su un’area confiscata alla camorra, ad un affiliato di vertice del clan di Casal di Principe, Luigi Venosa. Organizzato dalla società Agrorinasce s.c.r.l. Agenzia per l’innovazione, lo sviluppo e la sicurezza del territorio, d’intesa con l’Amministrazione Comunale di Casapesenna, l’evento è in programma per le ore 11 in via Orazio IV Traversa, Casapesenna .

Il progetto di valorizzazione del bene confiscato, destinato a campo di calcetto, è stato realizzato grazie al finanziamento della Regione Campania e al sostegno dell’Incaricato di governo per il contrasto del fenomeno dei roghi dei rifiuti nella Regione Campania e di Ecopneus, nell’ambito del protocollo di intesa per l’attuazione di interventi straordinari di prelievo di pneumatici fuori uso (PFU) dal territorio delle Province di Napoli e Caserta promosso dal Ministero della transizione ecologica. Il campo di calcetto, in erba sintetica di ultima generazione, è stato realizzato con la gomma riciclata.

L’inaugurazione del 12 dicembre 2022, inizierà alle 11:00 con il taglio del nastro del campo di calcetto e la partecipazione di studenti dell’Istituto comprensivo di Casapesenna per la prima partita.

    Alle 11:30 gli ospiti unitamente alla cittadinanza si trasferiranno nel vicino Centro di aggregazione giovanile per l’arte e la cultura, in cui sorgono spazi per l’aggregazione giovanile, sala ceramica, aule studio e laboratorio di scrittura, servizi di supporto scolastico ed educativi per la prevenzione del disagio, laboratori; bene anch’esso confiscato a Luigi Venosa, ove si terranno interventi di saluto e di ringraziamento. Alle 12,30 seguirà un aperitivo offerto da Agrorinasce e dal Comune di Casapesenna, preparato dalla Cooperativa sociale Maeditactio, soggetto gestore del Centro di aggregazione giovanile.

    Presenti all’inaugurazione: il Sindaco di Casapesenna, Marcello De Rosa; la Presidente di Agrorinasce Elena Giordano; l’Incaricato di Governo per il contrasto del fenomeno dei roghi dei rifiuti nella Regione Campania, Filippo Romano; l’Assessore Regionale alla Sicurezza, legalità e immigrazione, Prefetto Mario Morcone; il Procuratore Capo del Tribunale Napoli Nord Maria Antonietta Troncone; il Presidente del Tribunale Napoli Nord, Pier Luigi Picardi; Dirigente Ministero della Transizione ecologica, Vigilanza sulla pianificazione della gestione dei rifiuti e tracciabilità, Dott. Carlo Zaghi; Prefetto di Caserta, Dott. Giuseppe Castaldo.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!

    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Campi Flegrei: il suolo continua a salire, +7,5 cm da inizio anno

    Campi Flegrei, il sollevamento del suolo in particolare nella...
    DALLA HOME

    Roma: fermato presunto killer, 81enne uccisa da proiettile vagante

    Roma. Ieri pomeriggio, gli agenti della sezione omicidi della squadra mobile di Roma hanno fermato un uomo di 28 anni, Dante Spinelli, con l'accusa di essere il presunto killer dell'anziana donna di 81 anni, uccisa da un proiettile vagante nel quartiere di Ponte di Nona. La vittima si trovava a...
    TI POTREBBE INTERESSARE

    LA CRONACA