Bacoli, scoperti 5 lavoratori in nero in un bar

SULLO STESSO ARGOMENTO

Bacoli, scoperti 5 lavoratori in nero in un bar. Operazione di controllo dei carabinieri che hanno anche chiuso un autolavaggio e denunciato un 20enne per maltrattamenti.

Controlli a tappeto nel comune di Bacoli. I carabinieri della locale stazione con il supporto di quelli della compagnia di Pozzuoli hanno presidiato la cittadina con posti di controllo e verifiche nelle attività commerciali. 69 le persone identificate, 29 i veicoli passati al setaccio. Numerose le contravvenzioni al codice della strada, molte di queste per guida senza assicurazione e casco.

Denunciato il titolare di un autolavaggio in Via Cerillo perché privo del documento di valutazione rischi e per la mancata nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione. L’area di circa 300 metri quadri è stata sequestrata.
E ancora, da un ispezione in un bar in Via Cuma i militari, supportati da personale dell’ASL, hanno rilevato 5 lavoratori in nero.
Anche in questo caso assente il documento di valutazione rischi e la nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione.

    Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia un 20enne bacolese, denunciato dai carabinieri intervenuti per un’accesa lite. In evidente stato di alterazione, ha minacciato e insultato i genitori e poi danneggiato alcuni mobili dell’abitazione. Non era la prima volta ma i familiari non avevano mai avuto il coraggio di rivolgersi alle forze dell’ordine.

    I controlli saranno intensificati anche nelle prossime ore.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE