google news

Furto in casa di un consigliere a Bacoli, un bambino mette in fuga i ladri

L'episodio è avvenuto lunedì scorso nell'abitazione di un dirigente nazionale di Fratelli d'Italia, Nello Savoia

    Hanno tentato un furto nella casa di un consigliere comunale a Bacoli, ma sono stati messi in fuga dall’intervento di un bambino di 12 anni. E’ quanto accaduto nella giornata di lunedì in via Scalandrone.

    Nel mirino di una banda di ladri è finita l’abitazione di un consigliere comunale nonché dirigente nazionale di Fratelli d’Italia, ovvero Nello Savoia. I malviventi hanno forzato una finestra della sua abitazione a Bacoli e sono entrati al piano terra, dove in quel momento si trovava solo il figlio 12enne della compagna di Savoia, mentre i genitori e la sorella si trovavano al piano superiore.

    Furto in casa a Bacoli, ladri messi in fuga da un 12enne

    I ladri hanno iniziato a girare fra le camere e il bambino, uditi i rumori, ha iniziato a preoccuparsi. Quando la porta della camera da letto è stata sbattuta il 12enne ha iniziato ad urlare: “Nello, Nello. Ma sei tu?”, ha raccontato Savoia a Il Mattino ripercorrendo i momenti di grande paura. Non avendo udito alcuna risposta, il piccolo si è diretto verso la camera e l’ha trovata chiusa a chiave. E’ qui che ha lanciato l’allarme.

    Il consigliere Savoia, vittima del furto: “Servono telecamere di videosorveglianza”

    Il 12enne ha quindi chiamato i genitori e, terrorizzato, è tornato in camera sua chiudendosi a chiave. I ladri, una volta capito che erano stati scoperti, si sono dati quindi alla fuga scappando dalla finestra dalla quale erano entrati. Ma il loro piano non è cambiato: si sono diretti verso un’altra abitazione a poche decine di metri di distanza e questa volta il colpo è riuscito in quest’ultima, vista l’assenza dei proprietari.

    Il consigliere Savoia ha denunciato il tutto ai carabinieri, chiedendo maggiore sorveglianza nella zona, priva di videocamere: “Abbiamo invitato il sindaco Josi Della Ragione a dirottare i soldi delle luminarie per installare un sistema di videosorveglianza e potenziare i servizi di polizia municipale, ma non abbiamo ancora ottenuto risposta – riporta ancora Il Mattino -. E’ assurdo quanto accaduto, nelle ultime settimane i militari mi hanno parlato di numerose denunce. Non voglio nemmeno parlare dello choc che ha subito un ragazzino, che si è trovato di fronte a dei ladri in casa”.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV