Camorra, ras del clan Cesarano ordinava le estorsione dal carcere col telefonino. Il video

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il ras del clan Cesarano ordinava le estorsioni dal carcere grazie un telefonino illecitamente fatto entrare.

Lo hanno scoperto i carabinieri della compagnia di Castellammare che stamane hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di sei persone.

Tre delle quali sottoposte a custodia cautelare in carcere in quanto gravemente indiziate dei reati di tentata estorsione e di estorsione aggravate dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare il clan Cesarano di Ponte Persica, quartiere alla periferia Nord di Castellammare al confine con Pompei,  e di altre tre persone sottoposte all’obbligo di presentazione alla p.g. perché gravemente indiziate dei reati di cessione ed illecita detenzione di sostanze stupefacenti.



    In particolare, le estorsioni sarebbero state poste in essere, rispettivamente, in danno di un gestore di un tratto di spiaggia sito a Castellammare di Stabia, del titolare di una falegnameria nonché del titolare di uno studio commerciale.

    In uno degli episodi, per commettere l’attività estorsiva, uno degli indagati -ristretto in carcere per altri reati- si sarebbe avvalso di un cellulare illecitamente detenuto all’interno dell’istituto penitenziario.

    Durante l’esecuzione dei provvedimenti i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno arrestato in flagranza 3 persone (due sono indagati destinatari dell’obbligo di firma, uno è il fratello convivente di uno di loro).

    Nel corso delle perquisizioni i militari hanno rinvenuto e sequestrato una pistola cal. 6.35 con 6 colpi nel caricatore, 3 proiettili cal.7.65, mezzo chilo di marijuana, 20 grammi di hashish e 4 di cocaina.

    Leggi anche




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Stasera in Tv: la programmazione di questa sera 28 febbraio 2024.

    Ecco la programmazione di questa sera, 28 febbraio 2024, sui principali canali italiani: Rai 1: alle 21:30 "La Tv fa 70" con il ritorno di Massimo Giletti Rai 2: alle 21:20 "Mare Fuori 4 - Questione di scelte" Rai 3: alle 21:20 "Chi l'ha Visto" Rete 4: alle 21:20 "Fuori dal coro" Canale 5: alle 21.20 "Grande Fratello" Italia 1: alle 21.20 "Taken 3- L'ora della verità" La 7: alle 21:15 " Una giornata particolare - I medici la congiura dei...

    Roma, ‘Incontri d’Autore’ al mercato Tufello tra gastronomia e solidarietà

    Continua tour progetto: ecco prossime le tappe fino evento finale del 12 maggio

    Il Sindaco di Napoli nomina Bertolotto Garante Persone con disabilità

    Il Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha nominato Maurizio Bertolotto Garante della Persona con disabilità tramite un Decreto Sindacale. Tale nomina è stata approvata dal Consiglio Comunale con una Delibera nel maggio 2023, con l'obiettivo di promuovere e tutelare i diritti delle persone con disabilità, favorendo l'integrazione e l'inclusione sociale. Il Garante, scelto attraverso un Avviso pubblico, ricoprirà l'incarico per 5 anni, con possibilità di rinnovo per una sola volta. Si impegnerà gratuitamente presso una struttura...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE