Telefono azzurro sigla un protocollo d’intesa con il garante

SULLO STESSO ARGOMENTO

L’accordo di siglato ieri rappresenta un passo ulteriore per sviluppare congiuntamente iniziative di educazione digitale e di sensibilizzazione al rispetto della vita privata e della protezione dei dati personali.

Fondazione S.O.S – Il Telefono Azzurro Onlus e il Garante per la Protezione dei Dati Personali hanno firmato un Protocollo d’Intesa per supportare il mondo scolastico locale e nazionale nella diffusione della cultura della protezione dei dati personali e del rispetto della vita privata. L’accordo è stato siglato in occasione dell’evento State of Privacy 2022 che si è tenuto ieri, 23 settembre 2022, a Napoli ed è stato organizzato dal Garante per celebrare i 25 anni di attività dell’istituzione.

Il Protocollo d’Intesa si pone alla base del Manifesto di Pietrarsa presentato ufficialmente sempre nella giornata di ieri e ha lo scopo di educare “i bambini al valore dei dati per renderli persone, cittadini e consumatori consapevoli”. Tra le prime azioni congiunte portate avanti da Telefono Azzurro e Garante. il supporto all’iniziativa I Love Privacy pensata per educare cinque milioni di bambini a riconoscere il valore dei propri dati e imparare a tutelarli.

    Una collaborazione, quella tra Telefono Azzurro e Garante per la Protezione dei Dati Personali, che prosegue da diversi anni e che si formalizza attraverso la firma del Protocollo d’Intesa per la realizzazione di progetti di educazione digitale e di sensibilizzazione al rispetto della vita privata e della protezione dei dati personali.

    Le due realtà svilupperanno nel tempo forme di cooperazione comune volte a valorizzare le competenze, le esperienze e i poteri di entrambe, predisponendo e diffondendo materiale divulgativo, in grado di fornire un reale contributo al consolidamento della cultura del rispetto della persona.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE