google news

‘Bella ciao’ in persiano in onore di Mahsa Amini, la giovane uccisa per il velo

In queste ore il video di 'Bella ciao' in persiano è diventato virale, e non mancano sui social commenti contro Laura Pausini

    Teheran. Commuove e diventa un inno alla libertà il video di ‘Bella ciao’ cantato in persiano da una giovane donna in onore di Mahsa Amini, la ragazza di 22 anni morta dopo tre giorni di coma a seguito del suo arresto per non avere indossato correttamente l’hijab, il velo islamico.

    In queste ore il video di ‘Bella ciao’ in persiano è diventato virale, e non mancano sui social commenti contro Laura Pausini che nei giorni scorsi durante un talent show spagnolo si era rifiutata di intonare la canzone perché ritenuto ‘propaganda politica’.

    Oggi ‘Bella ciao’ diventa invece l’inno di libertà delle donne iraniane costrette ad indossare il velo e viene cantata in onore della 22enne iraniana uccisa da una Pattuglia di guida della Repubblica islamica dell’Iran, la squadra speciale chiamata ‘polizia morale’ incaricata dell’applicazione pubblica delle norme islamiche.

    Dopo l’uccisione di Mahsa Amini sono seguite numerose proteste contro la polizia nelle principali città dell’Iran, tra cui Teheran. Secondo i media ufficiali, sono almeno 35 le persone rimaste uccise durante le repressioni da parte delle forze di sicurezza iraniane, quattro di questi sarebbero bambini secondo fonti di Amnesty international.

    Contro le repressioni si sono schierate in queste ore oltre 100 personalità del cinema iraniano che hanno lanciato un appello alle forze di sicurezza affinchè non prendano di mira i manifestanti con i proiettili. Attori e registi hanno condannato la repressione da parte della polizia delle manifestazioni a sostegno di Mahsa Amini.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Laura Pausini non canta “Bella Ciao” in tv in Spagna e scoppiano le polemiche

    Secca la reazione del ministero della Cultura e dell’Orientamento islamico: le attrici iraniane che hanno annunciato pubblicamente o sui social media di sostenere Amini non potranno più continuare la loro carriera nella recitazione.

    Intanto l’hashtag, #Mahsa_Amini, a sostegno della 22enne, ha battuto un record storico, è stato ritwittato più di 67,7 milioni di volte.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV