Incidente in Sardegna, muore turista di 63 anni di Nocera

E’ di un morto e tre feriti non gravi il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella tarda mattinata lungo la provinciale 59, in localita’ Poltu Quatu, ad Arzachena. La vittima e’ Andrea di Florio, 63 anni, turista di Nocera Inferiore. L’uomo era al volante di un suv Mercedes a bordo del quale si trovavano […]

google news

E’ di un morto e tre feriti non gravi il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella tarda mattinata lungo la provinciale 59, in localita’ Poltu Quatu, ad Arzachena. La vittima e’ Andrea di Florio, 63 anni, turista di Nocera Inferiore.

L’uomo era al volante di un suv Mercedes a bordo del quale si trovavano anche la figlia e una coppia di amici residenti nella zona di Desenzano del Garda (Brescia). La vettura, per cause ancora in fase d’accertamento da parte della Polizia stradale di Olbia, si e’ scontrata con una Fiat Punto con alla guida una 21enne.

Dopo l’impatto, il suv si e’ ribaltato e il conducente e’ rimasto schiacciato, morendo sul colpo. Sul posto sono intervenute anche le ambulanze del 118 e i vigili del fuoco. La figlia della vittima, uno degli amici e la conducente della Punto sono stati trasportati in ospedale per essere visitati, ma non sono in gravi condizioni. Le due auto sono state sequestrate.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Elezioni 2022, il verde Borrelli entra in Parlamento grazie ai resti

Il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli ha scavalcato Guido Milanese di Forza Itlia

Napoli, Bassolino: ‘Stop funicolare Chiaia problema serio’

La critica di Antonio Bassolino, ex sindaco di Napoli: "Impreparati a una scadenza nota da tempo"

Ex calciatore narcos arrestato a Napoli. La moglie: “E’ innocente, ma abbiamo finito i soldi”

Antony De Avila Charris, 58 anni, in carriera ha preso parte a due mondiali con la maglia della Colombia

Prof ucciso, l’assassino incastrato dalle tracce di sangue sui vestiti

Il prof ucciso nella scuola di Melito, Marcello Toscano, con molta probabilità si è anche difeso. Forse motivi economici dietro l'aggressione

IN PRIMO PIANO

Pubblicita