Al Punk Tank Café, vernissage di ‘Interesse Culturale’ di Luca De Martino

luca de martino
punk tank cafè/foto cs

google news

Al Punk Tank Café, venerdì 13 maggio, Vernissage “Interesse Culturale” di Luca De Martino : “Entrate disarmati! Eliminate ora dalla vostra mente i pensieri riuguardanti sesso, lavoro e guerra. Qualcosa resta. E’ iimportante“.

“Credo nella cultura di ogni popolo e tribù: Soltanto trovando punti d’incontro nelle esperienze che ci racconta la storia potremo avere ancora un pianeta vivibile per l’umanità.

Ricercando tra le migliaia immagini ed informazioni, che riceviamo ogni giorno e tutto il giorno, ciò che davvero può portare ad un miglioramento ed una evoluzione positiva delle dinamiche del desiderio umano, possiamo superare la disumanità e l’inumanità che stanno avvolgendo di tenebre questo mondo”.

Luca De Martino vuole sottolineare l’assenza di interesse culturale nella maggior parte delle relazioni sociali, siano esse reali e concrete oppure virtuali ed immaginarie.

Sfida l’occhio attento dello spettatore ad individuare le centinaia citazioni artistiche e letterarie presenti in ognuna delle sue fotocomposizioni ovvero pre-quadri.

In questo evento espositivo l’artista contemporaneo ha estratto 12 Tavole delle oltre 1100 proposte a catalogo pubblicate quotidianamente su @unaseriedicose e @unaseriedicosequaderni (Instagram from Meta) e realizzate tramite applicazioni per iPhone dal Marzo 2020 ad oggi.

Le fotocomposizioni ovvero pre-quadri sono nate dall’esigenza di esprimere emozioni in un periodo umanamente molto repressivo e conformato ad un ordine duale in eterno contrasto.

Sono composizioni digitali di fotografie scattate dall’artista, principalmente a Napoli dove è nato ed attualmente vive, e realizzate su tre o più livelli seguendo lo schema: ‘Portante, significante, significato. Ma quanto valgono queste opere?’.

Se l’interesse è tale da riflettere su dove termina l’atto creativo e comincia il puro vandalismo, se si nota su quale linea di confine si poggia la separazione tra opere d’interesse culturale ed il puro ed autentico commercio di complementi d’arredo, allora, per vedere altri panorami, per uscire dalla mediocre normalità, per stimolare l’essenziale curiosità di vivere,

per scoprire quali informazioni nasconde una fotografia, per concepire la costruzione di un capolavoro e per comprendere meglio quali artisti rispondono ad una propria ricerca con la missione di arrivare ad un pubblico vasto ed eterogeneo che accetti la realtà col desiderio di cambiare.

Entrate disarmati, uscirete più puliti nell’anima. Eliminate ora dalla vostra mente i pensieri riguardanti sesso, lavoro e guerra. Qualcosa resta”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui