Aspettando il Campania Teatro Festival

Campania Teatro Festival
Ra di Spina/foto cs

Ormai la macchina organizzativa del Campania Teatro Festival – diretto da e realizzato dalla Fondazione Campania dei Festival con l’impegno concreto della Regione Campania – è da tempo a pieno regime.

Dal 10 giugno Napoli e gran parte della regione saranno animate dal meraviglioso gioco di una rassegna che, con un perfetto meccanismo a orologeria, incastrerà tra loro contemporaneamente spettacoli internazionali e nazionali, dalla prosa alla danza, dalla musica alla letteratura, dai progetti speciali allo sport, al cinema e tanto altro.

Ma il Festival oltre a proporsi come una fucina di progettualità culturale, è attento alla informazione e formazione di un pubblico – in particolare quello giovane – che arrivi al momento degli eventi con consapevolezza, con quella conoscenza che dia la libertà di scegliere e di approfondire.

Così a meno di un mese dall’apertura del sipario, il si fa promotore di sette incontri musicali curati da Massimiliano Sacchi, musicista eclettico e raffinato. Luoghi delle performances saranno gli spazi simbolo della più ampia aggregazione sociale e culturale, ambiti in cui i giovani ritrovano quel naturale senso di appartenenza.

Si parte venerdì 13 maggio con il coinvolgente folk’n’roll dei Taraf de Funikular, (ore 20.30, The Spark Hub Creativo, Piazza Giovanni Bovio) per passare poi – giovedì 19 maggio – alla Bagarjia Orkestra che al Quartiere
Intelligente (ore 21.00 Scala Montesanto, 3) darà vita a uno spettacolo interattivo, ironico, “multi-genere” che dal klezmer va allo ska, dallo swing alla musica popolare partenopea.

Giovedì 26 maggio (ore 20.30, The Spark Hub Creativo) Giacomo Casaula sarà il protagonista del suo teatro-canzone, frizzante alternanza tra monologhi di prosa e canzoni. A seguire venerdì 27 lo Slash Plus (ore 21.00 Via Vincenzo Gemito, 20) diventerà scena per Poetry Culture, progetto di “riattraversamento” delle poesie di a opera di Gianni Valentino.

LEGGI ANCHE  Prima assoluta di 'Blumunn', di e con Marina Confalone

Giovedì 2 giugno la coinvolgente e elegante Uanema Swing Orchestra animerà con il suo soul il Quartiere Intelligente (ore 21.00); venerdì 3, invece, sarà la volta di Radi Spina raffinato quartetto vocale che ha riportato alla ribalta le musiche tradizionali del sud Italia (ore 21.00, Quartiere Intelligente).

Grande chiusura giovedì 9 giugno con Fiabe per rimettersi al mondo di Luca Iavarone, direttore creativo di Fanpage, nonché ottimo musicista e comunicatore (ore 21.00, IAV in Arte Vesuvio, Via Marino Turchi, 21).
E il 10 giugno si parte con il che accenderà le luci sull’inaugurazione con Lina Sastri e la sua Mancanza.

12 Maggio 2022 @ 12:06 / Cronache della Campania