Bomba ecologica a Boscotrecase: discarica illecita di rifiuti ed amianto

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Boscotrecase, nel napoletano, un’area è diventata una discarica a cielo aperto dove vengono sversati rifiuti di ogni sorta e addirittura amianto. Lo hanno denunciato un gruppo di residenti che si sono rivolto al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli:

“Volevamo segnalare le condizioni di degrado e di pericolo sanitario in cui verte la zona di Via Domenico Morelli a Boscotrecase (NA).

Questa zona è diventata una discarica a cielo aperto di rifiuti di ogni sorta, ma soprattutto segnaliamo la presenza di AMIANTO all’aperto. In questa zona abitano molti bambini e persone fragili.

    Speriamo vivamente che attraverso il Suo intervento le autorità possano quantomeno mettere in sicurezza dalla dispersione di tale sostanza pesantemente cancerogena che può causare tumori anche a distanza di anni.

    Inoltre diversi animali sostano in condizioni precarie e di sofferenza. La preghiamo di intervenire il primo possibile!!!” –

    “Abbiamo chiesto di controllare e di bonificare immediatamente l’area, questa è una bomba ecologica dannosa per l’ambiente e per la salute delle persone. Più importante ancora è fermare questi sversamenti illeciti monitorando le zone maggiormente a rischio e prevedendo pene molto più aspre per inquina il territorio e soprattutto per chi abbandona materiali nocivi e cancerogeni. Se non si intervenire con tempestività e decisione, molto presto ci saranno aree irrecuperabili a causa dei danni. ”- ha affermato Borrelli.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE