Telese, insegue in auto e minaccia la ex: indagato per violenza privata

SULLO STESSO ARGOMENTO

Telese, insegue in auto e minaccia la ex: indagato per violenza privata un trentatreenne al centro già di diversi provvedimenti passati

Carabinieri e polizia a Telese Terme, nel Beneventano, hanno eseguito una misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa e ai luoghi abitualmente frequentati da questa emessa dal gip sannita nei confronti di un uomo di 33 anni per violenza privata continuata, vittima una donna con la quale aveva avuto una relazione sentimentale.

Nel pomeriggio del 4 febbraio scorso, militari dell’Arma, rispondendo a una richiesta di intervento al 112 da parte della donna, grazie anche alla relazione di servizio redatta da un sovrintendente di polizia che, in auto libero dal servizio e in abiti civili, aveva assistito direttamente ai fatti, hanno accertato come la vittima, alla guida della sua autovettura, era stata inseguita dall’indagato, che, con ripetute manovre azzardate e con minacce, l’aveva costretta più volte a fermarsi.

    La donna, dopo aver chiamato il 112, si era rifugiata davanti l’ingresso della Caserma dei carabinieri.

    L’episodio era l’ultimo di una serie che era stata anche al centro di diversi provvedimenti nei confronti del trentatreenne.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

    Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE