Castellammare, incendio alla concessionaria di auto: 4 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

La polizia, su mandato del gip di Torre Annunziata, ha eseguito una misura cautelare in carcere confronti di quattro indagati per incendio doloso.

L’indagine nasce dal rogo che si e’ sviluppato nella notte tra l’11 e il 12 febbraio dell’anno scorso in una concessionaria auto alla periferia di Castellammare di Stabia. Le fiamme hanno causato la distruzione totale di 11 auto della società nel piazzale della concessionaria, e danneggiato anche due vetture di privati parcheggiate in uno spiazzo condominiale adiacente.

Gli inquirenti si sono avvalsi di immagini da telecamere in cinque comuni limitrofi del territorio, che hanno permesso di individuare il veicolo con a bordo i due esecutori materiali dell’atto intimidatorio, ricostruendo il tragitto all’andata e al ritorno della macchina.

    Da questa pista, altre attivita’ tecniche, tra cui intercettazioni telefoniche e ambientali, e tradizionali, hanno permesso di ricostruire chi fossero i mandanti del delitto. Sono ora nell’istituto di pena di Napoli-Poggioreale i due esecutori e i due mandanti.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

    Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

    Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

    Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

    Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

    “Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

    Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

    Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE