Morte cerebrale per la piccola Gaia di 9 anni ricoverata al Santobono

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sessa Aurunca. Lutto nel sessano per la morte cerebrale di Gaia, la bimba di appena 9 anni.

La piccola è ricoverata all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli a seguito di un blocco intestinale. La piccola era stata operata la settimana scorsa ma durante l’intervento si sono verificate delle problematiche cardiache.

In coma farmacologico per giorni, nella giornata di ieri è subentrata la morte cerebrale. Gaia è la prima di tre figlie di una coppia di giovani originari di Lauro e Corigliano.



    POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Angela si è svegliata dal coma: le speranze della famiglia

    @RIPRODUZIONE RISERVATA



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    Gravina, fascicolo a Roma per le accuse di attività illecite

    La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sulle accuse di "presunte attività illecite" rivolte al presidente della Federcalcio Gabriele Gravina. L'indagine, al momento senza indagati o ipotesi di reato formali, è partita da una segnalazione della Dna (Direzione Nazionale Antimafia) risalente a mesi fa. L'inchiesta romana è collegata all'indagine in corso a Perugia che vede coinvolto, tra gli altri, il finanziere Pasquale Striano. Secondo i pm umbri, Striano e il tenente della Guardia di Finanza Gianluca...

    Interrogazione M5s sull’impianto di depurazione di Solofra

    Il Movimento 5 Stelle solleva l'allarme sull'inquinamento del torrente Solofrana, causato dalle acque reflue delle industrie conciarie di Solofra. I consiglieri regionali Vincenzo Ciampi e Michele Cammarano preoccupati per l'alto livello di inquinamento ambientale evidenziato da esalazioni nauseabonde, colorazioni anomale delle acque e presenza di schiume. L'impianto di depurazione di via Carpisani, parte del complesso depurativo Alto Sarno di proprietà della Regione Campania, è al centro di una possibile gestione mista dove il Comune di Solofra...

    125 reperti sequestrati da una collezione privata restituiti al parco di Pompei

    Nel corso di un'operazione condotta dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli, è stata restituita al Parco Archeologico di Pompei una collezione di 125 reperti archeologici di notevole pregio, tra cui vasellame decorato, statuette fittili, utensili e oggetti ornamentali risalenti a varie epoche. La restituzione è avvenuta in seguito a un'indagine collaborativa che ha coinvolto diverse autorità competenti. La collezione, considerata di eccezionale interesse culturale, è stata valutata dall'autorità giudiziaria come di proprietà dello...

    Giallo sulla spiaggia di Capaccio: resti di un piede umano trovati da un turista

    Giallo a Capaccio Paestum, dove ieri mattina sulla spiaggia di Licinella, è stato fatto il macabro ritrovamento di resti ossei in riva al mare. Un...

    Forte scossa di terremoto ai Campi Flegrei: avvertita dalla popolazione

    Una forte scossa di terremoto si è registrata alle 10 di oggi, domenica 3 marzo nella zona dei Campi Flegrei. La scossa è stata...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE