🔴 ULTIME NOTIZIE :

Blitz Terra dei Fuochi in 3 comuni del casertano sequestrati 420mq di aree, ammende per oltre 200mila euro

Nella settimana appena conclusa, l’Esercito Italiano congiuntamente con le Forze dell’Ordine e le polizie municipali, sulla base della programmazione della Cabina di Regia “Terra dei fuochi”, presieduta dall’ Incaricato Filippo Romano, sotto il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta, hanno condotto attività di controllo in decine di attività...

Mazzette a Ercolano, il gip: ‘Vero e proprio sistema criminale’

#Mazzette a #Ercolano, il gip: "Vero e proprio sistema criminale". Il denaro serviva per sanare gli abusi

mazzette a ercolano
Foto archivio

    Mazzette a Ercolano, il : “Vero e proprio sistema criminale”. Il denaro serviva per sanare gli

    C’era ad Ercolano, “un vero e proprio sistema criminale che rinviene il suo fulcro e la mente criminale proprio in Francesco Tempesta che contamina da molto tempo le attivita’ amministrative concernenti la gestione delle pratiche edilizie nel comune di Ercolano con la costante partecipazione e collaborazione del geometra Rocco”.

    Lo sottolinea il gip di Nicoletta Campanaro nell’ordinanza con la quale ha disposto i domiciliari per un luogotenente della municipale di Ercolano, Francesco Tempesta, di 59 anni, in servizio nel settore antiabusivismo edile, e un geometra Vincenzo Rocco, di 42 anni.

    Dalle indagini emerge che i due chiedevano 500 euro, d’anticipo, per dissequestrare delle opere abusive; la stessa somma, sempre come anticipo, per il nullaosta alla realizzazione della copertura di un capannone e 1500 euro per evitare ispezioni dei tecnici del comune e della polizia municipale relativamente a dei lavori in un risto-pub.

    Insieme ai due arrestati risultano indagate altre due persone: un altro agente della Municipale e un architetto dell’ufficio tecnico del Comune, per i quali il giudice non ha ritenuto di dover emettere delle misure cautelari. Secondo il giudice per le indagini preliminari della 33esima sezione del Tribunale di Napoli, i fatti emersi dall’attività investigativa dei militari dell’Arma, sono “gravissimi”, sia per la “costante strumentalizzazione della funzione“, sia “per i danni inevitabilmente arrecati al buon andamento della pubblica amministrazione oltre che al regolare assetto urbanistico del territorio”.

    Nell’ordinanza viene anche evidenziata la natura seriale dei reati contestati, il carattere organizzato e preordinato della loro condotta posta in essere con la complicità di soggetti compiacenti, e, infine, “le modalità anomale” con cui gli indagati “si incontravano fuori dall’orario di lavoro, in luoghi appartati, nella certezza di poter coltivare un rapporto in modo segreto, scambiandosi notizie riservate e buste di denaro”.

    “Quanto accaduto non ammette scusanti e non tollereremo che atti del genere restino impuniti. Parallelamente all’inchiesta penale, anche l’amministrazione avvierà un procedimento disciplinare per fare chiarezza sul comportamento del dipendente. Il rispetto della legalità resta un elemento fondante della nostra azione amministrativa e il comando dei vigili anche in questa occasione ha dimostrato dì avere gli anticorpi per isolare chi si è reso protagonista dì presunti comportamenti contrari alla legge. Come già avvenuto in passato, ci costituiremo parte civile a tutela degli interessi patrimoniali, morali e di immagine del Comune. Ma anche per difendere e tutelare la polizia municipale e tutti quei dipendenti che svolgono con dedizione le proprie mansioni”.

    È quanto dichiara il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, in merito all’inchiesta che ha portato domiciliari un vigile urbano.

    Leggi anche

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Ercolano. Il maltempo in una città antica. Regimentazione delle acque

    Gli insegnamenti dell’antica Herculaneum tra sostenibilità e resilienza. Il maltempo dell’ultimo periodo ha valorizzato l’efficienza dei lavori in corso al Parco Archeologico di Ercolano sulla...

    A mia madre di Yvonne De Rosa, presentazione del libro a Napoli

    Presentazione del libro venerdì 10 febbraio 2023 – ore 18:00 - al Salotto Letterario Le Zifere (Piazzetta Nilo, 7 - Napoli). Saluti dell’editore Roberto Nicolucci A...

    Portici, incendiò auto dei familiari per l’eredità: in carcere 43enne

    I carabinieri della stazione di Portici hanno arrestato Davide Netti, 43enne del posto già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione della misura cautelare in...

    Napoli, la polizia locale rimuove la gru abbandonatami via Brecce

    Il Nucleo Veicoli Abbandonati della Polizia Municipale ha realizzato un intervento di bonifica del territorio della Municipalità S. Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, Zona Industriale, procedendo...