HomeCronacaCronaca di NapoliNapoli, tabaccaio rapinato e ferito a Santa Lucia

Napoli, tabaccaio rapinato e ferito a Santa Lucia

Tabaccaio rapinato a Santa Lucia e poi ferito con il calcio della pistola: bottino poco meno di 200 euro. E' caccia ai due banditi
google news

Napoli, tabaccaio rapinato e ferito da due banditi con il calcio pistola per poco meno di 200 euro. I carabinieri sulle tracce dei banditi

I carabinieri della Compagnia di Napoli centro – allertati dal 112 – sono intervenuti questa mattina presso una tabaccheria a via Santa Lucia per una rapina consumata. Poco prima due persone, in corso di identificazione, hanno aggredito il 57enne titolare dell’attività commerciale colpendolo alla testa, probabilmente con il calcio di una pistola.

Una quindicina di stecche di sigarette e qualche centinaio di euro il bottino per poi fuggire. In corso le indagini alla ricerca dei 2 rapinatori per accertare vie di fuga ed eventuale mezzo utilizzato. Il tabaccaio e’ stato medicato dal personale sanitario sul posto.

I militari hanno preso visione delle immagini della video sorveglianza pubblica e privata della zona per risalire ai due banditi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Oroscopo oggi, previsioni segno per segno. Bilancia fortunati oggi

L'oroscopo oggi. Il segno fortunato del 5 luglio è quello della Bilancia   Ariete Pappa e ciccia con il partner, il weekend concluso solo ieri mattina all’alba...

Allarme De Luca: “Centinaia medici positivi a Covid, problemi negli ospedali”

"Il personale sanitario è in buona parte positivo al Covid. Quindi manca la presenza dei medici negli ospedali già oggi. Abbiamo centinaia di positivi"....

Capri, recuperata la salma del turista americano scomparso

Sono durate quasi 10 ore a Capri le operazioni di recupero del corpo senza vita del turista americano Adam Gabriel Kreysar. Era arrivato sabato...

Napoli, Cirica (Ospedale Betania): “Basta aggressioni nei Pronto Soccorso, serve monitoraggio”

“Le aggressioni al personale del nostro Pronto Soccorso, come a quelli di altri presidi dell’area metropolitana di Napoli non si contano più. C’è un’escalation...

CRONACHE TV

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita