Il Cimitero di #Ponticelli subisce nel giro di poche settimane il secondo furto ad opera di ignoti che hanno fatto razzia di vasi in rame.






Il Cimitero di Ponticelli subisce nel giro di poche settimane il secondo furto ad opera di ignoti che hanno fatto razzia di vasi in rame. Il primo episodio è avvenuto qualche giorno prima del scorso Natale, il secondo la notte cavallo tra il 5 ed il 6 il gennaio.

Come segnalato anche da diversi cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, il pavimento della storica cappella di Sant’Anna, che ospita i resti di don Agostino Cozzolino, per anni sacerdote della basilica ‘Madonna della Neve’ di piazza Aprea, è stato ritrovato completamente ricoperto da mazzi di fiori dopo la razzia. Un vero e proprio sfregio.

“Chi non rispetta nemmeno i defunti ed il dolore dei loro cari è certamente un essere indegno di appartenere ad una società civile. Si tratta di un atto deplorevole, sia dal punto di vista della legalità, ovviamente, che da quello etico e morale.

Sempre più spesso i nostri cimiteri sono ostaggio dei vandali e dei delinquenti, oltre che dell’incuria. E’ tempo che si restituisca ai defunti, e ai loro familiari, dignità, decoro e sicurezza.”- ha commentato Borrelli.


A Grazzanise, il sindaco sospende le attività in presenza fino a 15 gennaio

Notizia precedente

In Irpinia la scuola riapre il 20 gennaio e attività chiuse alle 22

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..