Detenuti evasi da Avellino: ricerche sulle montagne

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si concentrano soprattutto sul Monte Faliesi, la montagna a Sud di AVELLINO tra i Comuni di Contrada e Forino, le ricerche dei due detenuti evasi ieri poco dopo la mezzanotte dal carcere di AVELLINO. Secondo indiscrezioni che filtrano dalle indagini, il romeno Florian Mocian, 22 anni, e il 40enne marocchino, Hassin Kilifi, sarebbero ancora nascosti in Irpinia.

L’ ipotesi di un complice che li attendeva in auto e’ stata infatti smentita dalle telecamere di sorveglianza che hanno inquadrato i due mentre fuggivano a piedi. Circa 100, tra carabinieri e agenti di Polizia sono impegnati nelle ricerche a cui si sono aggiunte due squadre del reparto dei Cacciatori carabinieri di Puglia, specializzati nella caccia ai latitanti.

La montagna, che presenta grotte e nascondigli naturali, viene passata al setaccio. Le ricerche sono state estese, con l’ utilizzo di cani molecolari, anche ai boschi tra i Comuni di Solofra e Aiello del Sabato. I due evasi stavano scontando pene definitive per concorso in omicidio e traffico di droga: Mocian e Kilifi avrebbero scontato la pena, rispettivamente, nel 2032 e nel 2028.



    Vengono intanto confermate le modalita’ della fuga: dopo aver praticato un foro nel muro della cella al primo piano del carcere, i due si sono calati all ‘interno del cortile utilizzando lenzuola annodate e da qui hanno raggiunto e scavalcato il muro di cinta. Un terzo detenuto, un albanese di 45 anni, era stato invece bloccato da un agente della Polizia penitenziaria e dai carabinieri accorsi dopo l’allarme lanciato dalla sala operativa.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    A più voci: al via, la V edizione della rassegna polifonica della Fondazione Pietà de’ Turchini

    La quinta edizione di A più voci, rassegna polifonica curata dalla Fondazione Pietà de' Turchini, prende il via venerdì 1° e sabato 2 marzo all'interno della stagione Frequenze inaudite. L'obiettivo è valorizzare il repertorio polifonico, unendo realtà artistiche diverse in 3 concerti in 2 giorni. I protagonisti includono l'Ensemble Vocale di Napoli, il CorAle Femminile Aureliano e il Coro Musicanova, ognuno con un programma musicale unico. Gli eventi si terranno presso la Chiesa di...

    Caivano, casa trasformata in piazza di spaccio: arrestate due donne

    Valentina Cirico e Filomena Ambrosio, rispettivamente di 33 e 35 anni, avevano trasformato la casa in una vera e propria piazza di spaccio in cui ricevevano i clienti. I carabinieri stavano monitorando il continuo via vai di persone da quell'abitazione di Caivano e quando hanno capito che potevano trovare la droga sono intervenuti. Durante la perquisizione, infatti i Carabinieri hanno sequestrato 90 dosi di cocaina, 108 grammi della stessa sostanza da suddividere, 6 bustine di marijuana...

    Sequestro immobili abusivi a Castellabate e Montecorice

    I Carabinieri del Nucleo Parco di Castellabate hanno proceduto al sequestro di un manufatto destinato ad abitazione, situato in un'area di particolare valore ambientale all'interno della perimetrazione definitiva del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. Il manufatto, ottenuto dalla chiusura di una tettoia in legno priva di regolare autorizzazione edilizia, consiste in una struttura di circa 8,20 metri per 4,30 metri, realizzata con blocchi di calcestruzzo, suddivisa internamente e coperta con pannelli...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE