zona arancione
alcune regioni rischiano la zona arancione
Pubblicità

Cinque sono a rischio di passaggio in gia’ con il monitoraggio di venerdi’ prossimo. L’ultimo monitoraggio Agenas, aggiornato a stasera, fotografa infatti diverse realta’ dove si sono superate o si rischia di superare a breve le soglie dei ricoveri per finire in arancione, ossia il 20% di terapie intensive e il 30% di ricoveri ordinari occupati da pazienti Covid.

Soglie gia’ superate dal Piemonte, che ha rispettivamente il 22% e il 32% di occupazione, mentre la Liguria e’ sul filo delle terapie intensive, al 20%, mentre i reparti ordinari sono occupati al 39%.

Ma nei prossimi giorni, se i ricoveri dovessero ancora aumentare, rischiano anche la Calabria, ancora leggermente indietro per le terapie intensive (al 18%) ma ampiamente sopra per l’occupazione dei posti ordinari, al 36%, la Val d’Aosta, anche qui con le intensive al 18% mentre i ricoveri ordinari sono addirittura al 46%, e il Friuli Venezia Giulia, che ha il 23% di intensive e si avvicina alla soglia dei ricoveri ordinari con il 28%.

Tra le grandi Regioni, la Lombardia ha il 16% di intensive occupate e il 29% di posti letto in area non critica, vicina quindi alla soglia, mentre il Lazio ha rispettivamente il 21% (soglia superata) e il 24%, e la Campania l’11% e il 25%. A livello nazionale, secondo i dati Agenas, l’occupazione in terapia intensiva e’ al 17%, stabile rispetto a ieri, mentre i posti in area medica sono al 26%, +2%.

Pubblicità