Scafati, mozione Tari per restituire ai cittadini quanto versato in più: il sindaco vota contro

mozione tari scafati
Foto archivio

Scafati, mozione per restituire ai cittadini quanto versato in più: il sindaco vota contro insieme a 10 consiglieri di maggioranza.

Una mozione dell’ ieri in Consiglio Comunale per restituire ai cittadini quanto versato in più sulla Tassa rifiuti e fare chiarezza sulle scadenze delle bollette, non è stata approvata: 11 voti a favore e 11 contrari.

In caso di pareggio la mozione non passa.

Il primo firmatario della mozione, Michele Russo, rende noto che a votare contro sono stati dieci consigleiri di maggioranza e il Primo Cittadino, il cui voto ha determinato la bocciatura della mozione.

A favore invece si sono espressi gli otto consiglieri dell’ e precisamente Russo (che ricordiamo essere il primo firmatario della mozione), Ambrunzo, Grimaldi, Acanfora Liliana, Acanfora Nicola, Cascone, Fogliame e Sarconio più tre della maggioranza che – secondo quanto scrive Russo – “hanno fatto una scelta di buon senso”.

Ancora una volta i tre componenti della maggioranza – Attianese, Conte e Vaccaro -, votano contro la “linea del capo”, smarcandosi sempre di più dai loro colleghi e sancendo, di fatto, una rottura al loro interno.

Russo spiega: “La mozione dell’ chiedeva di restituire quanto prima i circa due milioni di euro in più addebitati sulle bollette del 2020 e del 2021, di chiarire perché sono state tolte le riduzioni ad alcuni nuclei familiari, di non tener conto dei ritardati pagamenti rispetto alle scadenze delle rate visto che in molti casi i cittadini sono stati informati in ritardo eliminando eventuali sanzioni ed interessi, di sapere chi avesse deciso le nuove scadenze, di pubblicare sul sito dell’ente in maniera chiara le modalità di calcolo ed il nuovo regolamento, mai inviato nemmeno al Ministero delle finanze come per legge.

Tutto anche in considerazione delle difficoltà degli uffici di ricevere e fornire informazioni ai cittadini. Tutte richieste di buon senso e nel rispetto dei diritti dei cittadini. 10 consiglieri di maggioranza compreso il Presidente del Consiglio Santocchio , oltre al Sindaco hanno portato a casa il pareggio nella votazione contro i cittadini.