Ordinanza del sindaco di Pozzuoli, #VincenzoFigliolia che mira ad arginare gli assembramenti a causa di una nuova diffusione del virus nell’area flegrea




A ordinanza del sindaco su aperitivi della movida. Vietati eventi che comportino eccessivi assembramenti.

In seguito all’aumento dei contagi per il a Pozzuoli, il sindaco, , anticipa un provvedimento che sarà emesso nelle prossime ore: “Firmerò un’ordinanza con la quale sarà vietata per le prossime festività, a partire già dal 7 dicembre, l’organizzazione di eventi che comportino eccessivi assembramenti di persone nei luoghi pubblici e mi riferisco in particolare ai cosiddetti “aperitivi” della movida”.

Figliolia lancia un appello ai giovani a rispettare le regole (previste dall’ordinanza regionale n. 26 del 30 ottobre) e ad evitare occasioni di assembramento. “La pandemia- scrive il sindaco – non e’ ancora debellata e non ci possiamo permettere di abbassare la guardia. Mi appello pertanto al buon senso dei cittadini, dei giovani soprattutto, invitandoli a rispettare le misure gia’ in vigore con l’ordinanza regionale e di utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuale nelle aree all’aperto di maggior affollamento”.

Il primo cittadino annuncia anche che “saranno intensificati i controlli da parte della polizia municipale. Capisco che i giovani vogliono divertirsi ma lo possono fare anche in altro modo, evitando gli assembramenti che facilitano la trasmissione del virus. Ne va di mezzo – conclude – la nostra salute e questo non lo possiamo dimenticare”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Aumentano i ricoverati covid in Campania

LEGGI ANCHE  Caso Lozano, il messicano smentisce: "Felice a Napoli, mai detto quelle cose"

Negli ultimi 4 giorni a si sono registrarti 96 nuovi contagiati dal virus a fronte di 38 persone guarite.

@RIPRODUZIONE RISERVATA


Napoli, folla alla Stazione Centrale a causa dei ritardi dei treni

Notizia precedente

Covid Italia, sono 16.632 i nuovi casi: 75 i decessi

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi