Camorra, il figlio del boss Troncone fermato per un pestaggio

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ accusato di lesioni aggravate dal metodo mafioso e per questo che è in stato di fermo su disposizione della Dda di napoli il 24enne Giuseppe Troncone.

Il giovane già salito agli onori della cronache nel 2017 per la famosa sparatoria ai Baretti di Chiaia con 6 feriti, era tornato in liberto lo scorso anno dopo che i giudici della Corte di appello di napoli avevano ribaltata la condanna di primo grado a 10 anni di carcere in una condanna a due anni (pena sospesa) per rissa ma assolto dal tentato omicidio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Spari nella Movida di Napoli, condannato a 10 anni il figlio del boss Troncone di Fuorigrotta

    Nella serata di ieri però la Squadra Mobile di Napoli ha eseguito un provvedimento di fermo del Pubblico Ministero, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia, nei suoi confronti perché gravemente indiziato, in concorso con il cugino Andrea Merolla, ucciso in un agguato a Fuorigrotta lo scorso 10 novembre, lesioni aggravate dal metodo mafioso.

    I due, nella tarda serata del 2 ottobre scorso, nel quartiere Fuorigrotta, si sarebbero resi responsabili del pestaggio di due uomini; una delle vittime sarebbe stata colpita più volte con il calcio di una pistola tanto da procurargli un indebolimento permanente di un organo e poi gli sarebbe stata rapinata l’auto sulla quale viaggiava.

    Nella mattinata di ieri invece il boss Vitale Troncone, padre di Giuseppe è rimasto ferito gravemente in un agguato che si consumato davanti a un bar di via Caio Duilio.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Camorra, ferito a morte il boss di Fuorigrotta, Vitale Troncone

    Gli investigatori stanno cercando di capire se vi sia un nesso in questa scia di sangue che ha colpito la famiglia Troncone e il pestaggio.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA


    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, agguato alle Case Nuove: arrestato Francesco Matteo

    Ieri mattina, la Polizia di Stato ha arrestato un...
    DALLA HOME

    Giochi per l’oratorio e il grest da fare al chiuso: idee divertenti per tutte le età 

    In un mondo sempre più dominato dalle tecnologie e dagli schermi, è fondamentale offrire ai bambini e ai ragazzi esperienze coinvolgenti. Tuttavia, quando le condizioni atmosferiche non permettono di svolgere attività all’aperto, diventa essenziale trovare alternative altrettanto divertenti ma che non richiedono l’impiego di uno spazio esterno. Pertanto, l’organizzazione...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE