No vax: De Luca ci ricasca: “No vax? Imbecilli. Mi rimane il naplam”

SULLO STESSO ARGOMENTO

De Luca: “Mi rimane solo il napalm, o il lanciafiamme. Oltre non so”. Con una battuta il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca risponde ai cronisti che chiedono cosa pensi di eventuali restrizioni per i non vaccinati nel caso di un ritorno alle zone gialle, come hanno ipotizzato altri presidenti di Regione, alle prese con l’incremento dei positivi e soprattutto dei ricoveri.

Presentando la nuova piattaforma regionale per ridurre i tempi della burocrazia, a cominciare dai lavori pubblici, De Luca elencando le priorita’ per la ripresa economica, fa riferimento anche all’emergenza covid. “Siamo alle prese con imbecilli – dice – che anziche’ vaccinarsi, fanno i cortei”.

“Lockdown per i non vaccinati? Sarebbe il minimo per quello che mi riguarda. Cominciamo a capire qual è la ricaduta negativa degli atteggiamenti di irresponsabilità che abbiamo conosciuto in queste settimane”. ha spiegato il Presidente della Campania Vincenzo De Luca.

    “C’è chi finge di scambiare la libertà democratica con l’irresponsabilità – prosegue il governatore -. Mi auguro ovviamente che tutti quanti, di fronte a questa quarta ondata, capiscano che il dovere di tutelare la salute dei cittadini appartiene a tutti: non ad alcuni si e ad altri no. Mi pare del tutto evidente che chi non si vaccina non può avere gli stessi diritti di chi ha deciso di vaccinarsi dando prova di senso di responsabilità” chiosa De Luca.



    Torna alla Home

    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli: 4 giovani arrestati per rapina violenta ai Giardini del Molosiglio

    Napoli.La Polizia di Stato ha arrestato  4 minorenni, accusati di rapina pluriaggravata ai danni di due ragazzi bengalesi. I fatti risalgono alla sera del 17 novembre 2023, presso i Giardini del Molosiglio a Napoli. Ad inizio mese erano stati arrestati altri due soggetti, rispettivamente di 20 e 18 anni, entrambi...

    Operaio in nero morto a Scafati: 5 indagati

    Sono cinque gli indagati per la morte del giovane operaio Alessandro Panariello, il 21enne operaio di Poggiomarino travolto ed ucciso da una lastra di acciaio che stava sollevando con una carrucola in un cantiere edile di via Melchiade a Scafati. La famiglia attraverso gli avvocati Gennaro Caracciolo e Agostino Russo...

    CRONACA NAPOLI