Covid, De Luca: “Triplicati i casi tra gli under 15, si rischiano nuove chiusure”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Tra i minori di età compresa tra i 12 ed i 15 anni i contagi, secondo gli ultimi dati in Campania, sono triplicati.

E per questo che il presidente della giunta regionale campana Vincenzo De Luca lancia l’allarme su possibili nuove chiusure. “In modo particolare i contagi aumentano tra gli 11 ed i 13 anni. Sappiamo che in questa fascia d’ eta’ c’é un problema delicato e quindi dobbiamo lavorare davvero con grande tranquillità per avere una campagna di vaccinazione, quando sarà autorizzata, ma è evidente che, se non stiamo attenti rischiamo di dover chiudere tutto”.

DE LUCA: ‘PREPARIAMO POSTI LETTO PER INCREMENTO CONTAGI’ 

“Nella riunione di ieri pomeriggio abbiamo detto a tutti i direttori generali delle Asl e delle Aziende ospedaliere di essere pronti con il piano B, cioè cominciamo a preparare i posti letto adeguati a un incremento diciamo del 20% di contagio”. Ha spiegato ancora il presidente De Luca.

    “Per quanto riguarda l’Ospedale del Mare – ha aggiunto  – abbiamo ancora attivo il centro Covid, il Covid residence, abbiamo oltre 50 posti letti liberi, quindi sinceramente non abbiamo emergenze oggi, però dobbiamo sapere che fra due settimane arriveremo dove sono arrivati altri Paesi d’Europa, è inevitabile. La preoccupazione più grande di cui non parla nessuno è che quando gli irresponsabili determinano la congestione degli ospedali, questi tolgono diritto alla salute, ai malati di tumori, ai pazienti cardiopatici, a chi ha un problema neurologico.

    E’ inevitabile che, se si riempiono gli ospedali, gli altri pazienti non avranno le cure necessarie. Questo è veramente un delitto che deve essere fatto pesare sulle spalle dei no vax”.

     

    “Non ho più voglia di parlare con chi non vuole vaccinarsi, tutti sanno le situazioni, ma se manca l’alfabeto comune e parliamo linguaggi diversi è inutile perdere tempo. Diamo per scontato che una percentuale di persone non risponderà a dover di civiltà”. 

     De Luca: ‘Governo sbaglia, terze dosi subito a tutti’

    “Il Governo sbaglia. Perche’ dobbiamo aspettare all’inizio di dicembre per estendere la terza dose? Passati sei mesi dalla vaccinazione, bisogna farla subito, senza perdere un minuto. Questo – ha aggiunto De Luca – se vogliamo evitare di chiudere l’Italia. E siamo ad un passo da questa prospettiva”.

    La Campania ha dato disposizione per eseguire subito le terze dosi, senza fasce d’eta’, a tutti i cittadini purche’ siano trascorsi sei mesi dall’immunizzazione. “Dobbiamo fare la terza dose subito- ha proseguito il Governatore della Campania– se vogliamo evitare di richiudere le scuole. Stiamo registrando in Campania una serie di focolai Per il momento sono sotto controllo, come e’ emerso dalla riunione che abbiamo avuto ieri con i direttori generali delle ASL ,ed abbiamo ancora sotto controllo la situazione delle terapie intensive, che e’ soddisfacente, ma nei reparti ordinari cominciamo a registrare ingressi che devono preoccuparci”. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA






    LEGGI ANCHE

    Doppio appuntamento nel Napoletano con le presentazioni del libro ‘Napoli Campo Centrale’

    Doppio appuntamento nel Nord di Napoli per le presentazioni del libro "Napoli Campo Centrale", focalizzato sul terzo scudetto della squadra azzurra. L'autore, il giornalista...

    Manfredi festeggia la vittoria sul vincolo commerciale a Napoli

    Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, si ritiene soddisfatto per la vittoria ottenuta sul vincolo commerciale nel Centro storico. Durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario del Tar...

    Tragedia a Torino: il giovane calciatore Andrea Vincenzi muore a soli 12 anni

    Una tragedia ha colpito la comunità calcistica di Torino con la morte improvvisa del giovane calciatore Andrea Vincenzi, appena dodicenne. Dopo essere stato dimesso in...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE