Insieme per Scafati, l’affondo: ‘Un’amministrazione improduttiva e pasticciona’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Salvati non guida la città”, tuona la coalizione Insieme per Scafati. “Sindaco e maggioranza non fanno altro che lamentarsi dello scarso personale dell’Ente, ma nulla fanno per risolvere uno dei principali problemi della macchina amministrativa.”

La nota stampa firmata dai consglieri Russo, ambrunzo, carotenuto, grimaldi

“Nonostante il Testo Unico degli Enti Locali ed il regolamento di Contabilità dell’Ente prevedano il termine del 30 Settembre per l’approvazione del Bilancio consolidato, ad oggi tale argomento non è stato ancora portato all’attenzione del Consiglio comunale.

Cosa grave, gravissima, perché senza l’approvazione di tale documento il Comune non può per legge procedere a nuove assunzioni. Insomma, Sindaco e maggioranza non fanno altro che lamentarsi dello scarso personale dell’Ente, ma nulla fanno per risolvere uno dei principali problemi della macchina amministrativa.

    Ma questo è solo uno dei tanti esempi della sciatteria, dell’incapacità e anche della cattiva fede con la quale Salvati “non” guida la città.

    Sulle politiche sociali, ad esempio, hanno fatto un vero e proprio pasticcio sulla delibera di Istituzione dell’azienda Comunità sensibile, sbagliata la prima volta, discutibile la seconda volta, pasticcio che è continuato con la pubblicazione all’albo pretorio di un bando per la nomina di un membro del CdA della nuova azienda, quando però tale nomina non spetterebbe al Sindaco, ma all’assemblea dei Sindaci.
    A meno che, ovviamente, non ci troviamo dinanzi ad accordi sotto banco di spartizione politica tra Salvati e gli altri Sindaci in questione.

    Apprendiamo dalla stampa, poi, di una richiesta di risarcimento per circa 20 MILIONI di Euro da parte dell’azienda conserviera La Regina, con la quale un anno fa l’amministrazione ha firmato una convenzione che concedeva un permesso di costruire che ha comportato la cementificazione di oltre 50.000 metri quadri di territorio, in via Nuova San Marzano, senza che via sia stata una analisi seria dell’impatto ambientale e delle conseguenze sulla rete fognaria (esiste?) , che ciò avrebbe comportato.

    Nel frattempo non si hanno più notizia nel merito
    del PiP, di Scafati Sviluppo, del Piano Urbanistico Comunale, delle Farmacie Comunali e di altri atti di programmazione necessari ad uno sviluppo utile, trasparente ed ordinato della città.

    Dopo oltre due anni di amministrazione Salvati si conferma inadatto a guidare Scafati: dovrebbe trarne conseguenze e dimettersi.”

     






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE