Garante Campania: ‘Finalmente libero 85enne detenuto a Poggioreale

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Apprezzamento per la professionalità dell’avvocato e per il provvedimento del gip” espresso dal garante dei detenuti della Campania Samuele Ciambriello, per la scarcerazione di G.C., 85enne detenuto nel carcere di Poggioreale a Napoli. G.C., difeso dall’avvocato Riccardo Maria Elena

Ciambriello spiega di aver seguito il caso dell’85enne ristretto in carcere dal 23 di agosto per maltrattamenti alla moglie e di essere andato spesso a trovarlo in carcere.

Ciambriello ha scritto alla direzione sanitaria del carcere data “la complessità nonché la gravità delle sue condizioni di salute psicofisica. Affetto da decadimento cognitivo globale ad evoluzione cronica senza margini di miglioramento – si legge in una nota – il detenuto necessitava e necessita a tutt’oggi di un monitoraggio clinico e terapeutico costante, stante anche la sua veneranda età”.



    Ciambriello esprime il suo “apprezzamento per la professionalità e la responsabilità per l’avvocato d’ufficio che ha profuso notevole impegno per la soluzione del caso. Apprezzo il provvedimento del gip, non di meno dobbiamo stigmatizzare alcune posizione della magistratura, troppo frequenti, per l’utilizzo della custodia cautelare. Molte volte in evidenti casi di assenza di esigenze cautelari, assolutamente incompatibili con talune situazioni patologiche come nel caso di G.C.. Il nostro auspicio, come garante, non può non essere quello di risparmiare lunghi periodi di carcerazione quando già sia la situazione sanitaria, l’età avanzata o altro, manifestano profili di incompatibilità con il carcere e la nostra Carta costituzionale”. 







    LEGGI ANCHE

    Napoli, arriva il reddito alimentare: cibo in scadenza donato alle famiglie bisognose

    A Napoli, è stato avviato il progetto del reddito alimentare per supportare le persone in situazioni di difficoltà, coinvolgendo il mondo dell'associazionismo e sia aziende pubbliche che private. L'assessore comunale alle politiche sociali, Luca Trapanese, spiega che si tratta di un'iniziativa sperimentale alla quale la città ha aderito, ottenendo un finanziamento di un milione e mezzo di euro da utilizzare in tre anni. Questi fondi permetteranno a piccole e grandi attività commerciali, così come ai distributori,...

    A Ponticelli polemica per il tunnel chiuso e abbandonato: “Inutilizzabile e invaso da erbacce e rifiuti”

    La periferia orientale di Napoli, da decenni, si configura come un triste emblema di abbandono amministrativo e degrado sociale. In questo contesto, il quartiere Ponticelli emerge come un simbolo vivido di questa problematica, evidenziata in modo tangibile dallo stato di deterioramento di un sottopasso veicolare. Costruito alla fine degli anni Novanta e successivamente chiuso nei primi anni Duemila, il sottopasso oggi giace completamente coperto da rifiuti, erbacce e cocci di vetro, delineando un panorama desolante...

    Mondragone, latitante da novembre: era nascosto in soffitta a casa della madre

    Aveva scelto il più banale dei nascondigli sperando che chi era sulle sue tracce pensasse che essendo troppo facile trovarlo proprio li non lo avrebbe cercato. E invece il 34enne latitante è stato arrestato dai carabinieri a Mondragone proprio a casa dell'anziana madre dove si era nascosto in soffitta. A stringergli le manette ai polsi sono stati i Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone, coordinati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. L'uomo era ricercato da...

    Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

    Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

    Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

    C'è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell'inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE