angelo gala



Sabato 30 ottobre alle 18.30, presso la Sala Maria Lorenza Longo (Refettorio) del Complesso monastico di S. Maria in Gerusalemme, detto “Le Trentarè”, per il secondo appuntamento di 2021 –”Bagliori, Recital pianistico di “.

Il programma mette al centro il repertorio pianistico di matrice russa, legato a compositori che furono tra i più rappresentativi protagonisti della musica prodotta in Unione Sovietica nel XX secolo.

ADS

Pagine che passano dal lirismo di Prokofiev all’atmosfera rarefatta di John Cage e di Daria Scia, con un pezzo in prima esecuzione. Dal Pianismo romantico di Shchedrin allo stile quasi parlante di Schnittke, passando per quello aforistico di Schostakovick.

Il concerto rientra nella sezione La porta dei giovani, che segna la nascita di uno spazio dedicato ai giovani compositori ed interpreti. A questo progetto è legata l’istituzione di un premio di composizione, assegnato al miglior pezzo acustico in prima esecuzione assoluta tra dieci opere selezionate, che verranno eseguite durante l’arco dell’intera rassegna.

Il premio, assegnato da una commissione formata da Tommaso Rossi, Ciro Longobardi, Gianvincenzo Cresta e Alessandra Bellino, è sostenuto da Antica Officina Partenopea. Le altre due sezioni, che caratterizzano questa rassegna musicale sono, Mystic Sounds, legata all’incontro tra voce, strumenti ed elettronica, e Gli antichi e i moderni che mette a confronto musiche antiche e contemporanee.

LEGGI ANCHE  Estrazioni del Lotto oggi e numeri vincenti 10eLotto

Per questa stagione concertistica fondamentale la nascita di una fattiva collaborazione con l’associazione l’Atrio delle Trentatrè, che opera nella zona dell’Anticaglia – nel pieno centro storico di Napoli, nei pressi della collinetta di Caponapoli, ovvero, il luogo dell’Acropoli della greco-romana – ed è votata ad una mission sociale e culturale di grande impegno civile.

Grazie a questa preziosa collaborazione potrà utilizzare la bellissima sala intitolata a Maria Lorenza Longo, la fondatrice dell’Ospedale degli Incurabili, ovvero il Refettorio del Complesso monastico di Santa Maria di Gerusalemme, fondato nel 1585 e denominato delle “trentatré” sia in ricordo degli anni di Cristo sia per il numero massimo di monache che poteva ospitare e ancora ospita.

 



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

‘Un posto al sole’ non cambia orario , CGIL:’ Vittoria dei lavoratori’

Notizia precedente

Napoli, il garante dei detenuti: “Troppi a Poggioreale, serve indulto”

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..