Terni, 50enne chiede di tornare in carcere per finire gli studi

SULLO STESSO ARGOMENTO

Terni. “Voglio terminare gli studi al carcere di Terni, perché qui mi sono trovato bene”. Un uomo di 50 anni si è costituito lunedì alla questura di Terni, chiedendo di poter fare ritorno al carcere umbro.

Agli agenti, sorpresi da quella situazione così anomala, l’uomo ha spiegato di essere destinatario di una condanna a 20 anni di reclusione, con l’intenzione di scontarla proprio nella casa circondariale di Terni, dove era stato recluso diversi anni per precedenti condanne. Così l’uomo si è recato agli uffici della questura di Terni ancora prima del provvedimento esecutivo da parte del tribunale. Secondo quanto riferito dalla questura, il 50enne ha spiegato che in quel carcere aveva iniziato un percorso di formazione, che si era però interrotto, poco prima del diploma finale, a causa della sua scarcerazione. Come reso noto dalla questura, “il cinquantenne ha riferito agli agenti di conoscere già tutti gli insegnanti e di essersi trovato davvero bene con loro”.

La sua intenzione era di “finire il quinto anno e di non voler più perdere del tempo prezioso”. Al termine delle procedure di rito, l’uomo è stato quindi portato da una pattuglia in carcere.






LEGGI ANCHE

Ancora controlli al Parco Verde di Caivano: 244 identificati

Controlli a Caivano: operazione straordinaria delle forze dell'ordine.ù Nella giornata di ieri, il Commissariato di Afragola, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine Campania, ha...

Geolier alla Federico II, il rettore: ‘Non ci interessano le polemiche’

Il rettore Matteo Lorito precisa: "Non lo abbiamo invitato per dargli un premio o per fargli tenere una lezione ma per confrontarsi con tanti...

Napoli, vede la polizia e cerca di inghiottire le dosi: arrestato a Porta Capuana

Durante i servizi predisposti dalla Polizia di Stato, i Falchi della Squadra Mobile hanno individuato un individuo che stava per cedere droga a due...

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

Ucciso a Lettere il boss dei narcos dei Monti Lattari: Ciro Gargiulo ‘o biondo

Pranzo con il piombo, anzi con i proiettili di fucile per il boss dei narcos dei Monti Lattari, Ciro Gargiulo detto ciruzzo o' biondo....

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE