Napoli, si è sciolto il sangue di San Gennaro

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è ripetuto il miracolo di San Gennaro.

Alle ore 10 in punto l’arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia, ha annunciato ai fedeli presenti nel Duomo l’avvenuta liquefazione del sangue del Santo patrono. L’annuncio è stato accompagnato dal tradizionale sventolio di un fazzoletto bianco da parte di un membro delegato della Deputazione di San Gennaro.

Il presidente della deputazione di San Gennaro ha quindi provveduto a sventolare il fazzoletto bianco nel Duomo che, come da tradizione, testimonia l’avvenuta liquefazione. L’annuncio e’ stato accolto dall’applauso dei fedeli.

IL MIRACOLO DI SAN GENNARO


“Ringraziamo il Signore per questo dono, per questo segno così importante per la nostra comunità”. Sono le prime parole pronunciate dall’arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia, dopo l’annuncio dell’avvenuto prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro.

“E’ bello ritrovarsi attorno a questo altare – ha aggiunto Battaglia – per celebrare l’eucaristia della vita e per chiedere l’intercessione di san Gennaro, perché possiamo sempre di più innamorarci della vita e del Vangelo. Non sempre ci riusciamo perché la vita è segnata da debolezze e fragilità”. Per monsignor Battaglia è la prima festività di San Gennaro in questa veste, essendo stato nominato arcivescovo di Napoli a febbraio scorso.






LEGGI ANCHE

Napoli, rapina una donna nel centro storico: arrestato algerino

Arrestato un 34enne per rapina e lesioni nel centro storico di Napoli. Durante i servizi di controllo, i Falchi della Squadra Mobile hanno arrestato un...

A Scena Teatro workshop con Giuseppe Sartori ‘Premio Stampa Teatro’

Workshop teatrale con Giuseppe Sartori: "Premio Stampa Teatro" Il “Teatralmente parlando” è il workshop che si terrà presso l'Auditorium del centro sociale di Salerno...

20 vittime della strada nell’ultimo fine settimana in Italia

Il fine settimana che va dal 16 al 18 febbraio ha registrato 20 vittime sulle strade italiane a causa di incidenti, un numero identico...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE