Benevento: assolto l’ex commissario straordinario Catenacci

SULLO STESSO ARGOMENTO

Benevento. Contributi previdenziali non versati ai dipendenti del consorzio: assolto l’ex commissario Giuseppe Catenacci.

Il giudice monocratico Pezza del tribunale di Benevento ha assolto l’imputato – difeso dagli avvocati Giusida Sanseverino del Foro di Benevento e Dario Vannetiello del Foro di Napoli – ritenendo che il fatto non sussiste.

Giuseppe Catenacci era finito sotto inchiesta nel 2015 quando ha svolto la funzione di commissario per la gestione liquidatoria del consorzio di bonifica della Valle Telesina. La Procura della Repubblica di Benevento ipotizzò che Catenacci avesse  omesso, nella sua qualità di liquidatore, di versare le ritenute previdenziali ed assistenziali sulle retribuzioni dei dipendenti relativamente al 2015.

    Una tesi confutata dalla difesa dell’imputato che è riuscita a dimostrare l’innocenza dell’ex commissario Catenacci attraverso prove documentali e testimoniali. Oggi è arrivata l’assoluzione perchè il fatto non sussiste.

     

    Tratto a giudizio innanzi al Tribunale di Benevento, l’affermato  dirigente  ha ritenuto di affisare la sua difesa agli avvocati Giusida Sanseverino del Foro di Benevento e Dario Vannetiello del Foro di Napoli, i quali, grazie ad una certosina attività difensiva,  hanno efficacemente convinto l’Autorità Giudiziaria in ordine alla innocenza dell’autorevole accusato.

     






    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE