Covid, le proposte di Medici Senza Carriere: “La medicina generale della Campania al centro

SULLO STESSO ARGOMENTO

La Medicina Generale ha bisogno di una riforma strutturale seria, valorizzando e identificando il ruolo.

La proposta dell’Associazione Medici senza Carriere si rivolge alle zone disagiate dei territori delle province campane, dove c’è reale carenza, i medici settantenni potrebbero continuare il rapporto convenzionale.

Medici senza carriere spiega che: “Se non si assegnano gli ambiti carenti di medicina generale 2021 e le AASSLL non fanno una successiva ricognizione sugli effettivi pensionamenti, ai sensi dell’ACN 2018, art. 5, ex art. 34, comma 25 e art. 6, ex art. 63, comma 24, come si fa a definire un ambito territoriale disagiato?
Ringraziando i medici pensionati disponibili a sacrificarsi, sarebbe auspicabile che Regione Campania e le AASSLL delle province campane, per contrastare l’emergenza senza chiedere questo sacrificio a medici anziani e stanchi, accelerino le procedure di rilevazione, pubblicazione e assegnazione degli ambiti carenti di medicina generale”.

    E quindi spiegano: “Siamo fiduciosi che la “Nota prot. n. 0411926 del 06.08.2021_Applicazione art. 23 DL 9_2020 a medici convenzionati” verrebbe applicata scrupolosamente da ogni A.S.L. e non sia un alibi, come i medici neoconvenzionati e in attesa di convenzione temono, per consentire agli anziani stanchi medici di non poter godere del meritato riposo.

    Non ci si può permettere il lusso di sbagliare programmazione e lasciare i Cittadini delle province campane senza il proprio medico di famiglia, che in questo momento storico è fondamentale, oltre che per la presa in carico dei pazienti con patologie croniche, anche per il monitoraggio domiciliare dei pazienti COVID positivi, e per accelerare la vaccinazione di massa, affinché la popolazione sia schermata dalla complicanze da infezione da coronavirus.

    Per tali ragioni riteniamo che non si può continuare a tamponare con medici provvisori, che, per ovvi motivi, non possono essere continuativi nel tempo nel tutelare la Salute dei Cittadini sui territori, in particolar modo di quei pazienti fragili, che rischiano quotidianamente la vita, essendo i più vulnerabili alla pandemia. La sfida che ci attende in autunno è fondamentale per vincere la guerra al COVID-19″.


    Torna alla Home


    Napoli, cittadino dello Sri Lanka ridotto in fin di vita in una lite ai Ponti Rossi

    Si è trasformata in tragedia una festa tra cittadini stranieri nella zona dei Ponti Rossi a Napoli culminata in una lite con accoltellamento. Un uomo di 31 anni originario dello Sri Lanka si trova infatti ricoverato in pericolo di vita all'ospedale Cardarelli dove è stato trasportato poco dopo la mezzanotte. Secondo...

    Napoli, nigeriano fermato mentre tenta di violentare una donna

    Un uomo di nazionalità nigeriana è stato fermato dagli agenti della polizia municipale di Napoli mentre cercava di compiere un'aggressione sessuale. L'episodio si è verificato in via Marchese Campodisola, vicino a piazza Bovio, dove il sospetto stava molestando una donna. I cittadini che hanno assistito alla scena hanno  avvertito la...

    Eboli, morto anche l’anziano coinvolto nell’incidente costato la vita ai due carabinieri

    E' morto l'anziano coinvolto nell'incidente stradale lungo la statale tra Eboli e Campagna della scorsa settimana in cui morirono i due carabinieri: l’appuntato scelto Francesco Ferraro, 27 anni, e il maresciallo Francesco Pastore di 25, entrambi pugliesi. Il 75enne Cosimo Filantropia era ricoverato in gravi condizioni dalla notte dell'incidente. E...

    Napoli, inchiesta sul vessillo del figlio del boss durante la processione dei Fujenti

    E' stata aperta un'inchiesta per risalire ai responsabili che durante la processione dei Fujenti della Madonna dell'Arco nei giorni scorsi al rione Traiano hanno alzato il vessillo di Fortunato Sorianiello, detto Foffy ucciso nel 2014 da un clan rivale in un agguato mentre si trovava in un salone di...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE