Capri, uccide il gabbiano che gli ruba il panino e in spiaggia scoppia la rissa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Uccide il gabbiano e scoppia una rissa clamorosa tra bagnanti italiani e stranieri sulla spiaggia libera di Marina Grande a Capri conclusasi con feriti e denunciati.

Rissa scoppiata perché un turista italiano presente in spiaggia aveva ucciso  con una pietra un gabbiano “colpevole” di avergli rubato un panino.

In pochi minuti è scattata  la rissa. Ad avere la peggio, con ben 25 punti di sutura alle gambe, chi e’ intervenuto per cercare di calmare gli animi. E’ successo tutto ieri, su una spiaggia libera di Marina Grande. Un gabbiano si e’ lanciato in picchiata su un bagnante che stava facendo colazione e gli ha sottratto un panino.

    [the_ad_group id=”289022″]

    [the_ad_group id=”289024″]

    Uno dei familiari del giovane bagnante ha lanciato un sasso contro il volatile, uccidendolo. La scena ha fatto andare su tutte le furie tre turisti di nazionalita’ spagnola che sono intervenuti in difesa dell’animale rimasto ucciso.

    E’ iniziata, cosi’, la rissa nella quale e’ intervenuto, per sedare gli animi, anche un dipendente caprese della societa’ di trasporti della funicolare. Ma nel parapiglia e’ stato colpito da un oggetto tagliente, probabilmente un manico di ombrellone, che gli ha provocato diverse ferite.

    E’ solo in seguito all’intervento della polizia e dei vigili urbani che la lite si e’ conclusa. La delegazione dell’isola di Capri dell’Unione Nazionale dei Consumatori, dopo quanto successo, ha scritto al Prefetto di Napoli chiedendo un presidio di sicurezza sulla spiaggia libera di Marina Grande.

    Nel frattempo la polizia ha inviato tutti gli atti alla procura di Napoli per le decisioni e le denunce nei confronti delle persone coinvolte






    LEGGI ANCHE

    ‘Babas, memorie di un cane rosso’, Stella Cervasio presenta il suo ultimo libro al Vomero

    Una donna e un incrocio di molosso sono i protagonisti di una storia speciale di amicizia, basata su rispetto e protezione. Il libro "Babas, Memorie...

    A Scena Teatro workshop con Giuseppe Sartori ‘Premio Stampa Teatro’

    Workshop teatrale con Giuseppe Sartori: "Premio Stampa Teatro" Il “Teatralmente parlando” è il workshop che si terrà presso l'Auditorium del centro sociale di Salerno...

    Falso carabiniere condannato per promesse di posti al Vaticano

    Il tribunale di Napoli Nord ha emesso una sentenza di condanna a 11 anni di reclusione per Carmine Cascio, un uomo di 36 anni...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE