troisi poeta massimo



Successo di pubblico e proroga a grande richiesta per la mostra “Troisi Poeta Massimo“, dedicata a Massimo Troisi, che resterà aperta a Napoli a Castel dell’Ovo fino al prossimo 26 settembre, due mesi in più rispetto alla scadenza originariamente prevista.

La mostra multimediale, promossa e organizzata da Istituto Luce – Cinecittà con l’assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e 30 Miles Film, con il riconoscimento di MIC, ministero della Cultura – Direzione generale Cinema e Audiovisivo e Regione Campania, in collaborazione con Archivio Enrico Appetito, Rai Teche, Cinecittà si Mostra e Cinecittà News, è curata da Nevio De Pascalis e Marco Dionisi con la supervisione di Stefano Veneruso, regista e nipote di Massimo Troisi.

LEGGI ANCHE  Covid: 1274 casi e 29 morti in Campania, incidenza positivi al 9,3%

“Troisi Poeta Massimo” comprende più di 80 fotografie provenienti da archivi professionali, familiari, di amici e colleghi, che raccontano il lato più sensibile e intellettuale di Troisi, un “pulcinella senza maschera” naturale erede di Eduardo e capace di attualizzare la tradizione partenopea sfuggendo dai cliché.

Napoli e la napoletanità sono il filo conduttore di tutta l’esposizione, che presenta un percorso interamente dedicato al rapporto di Troisi con la “sua” città tra fotografie private, immagini d’archivio, locandine, filmati, documenti e carteggi personali inediti che conducono il pubblico nell’animo umano di Troisi.


Google News

Veleni dal depuratore a Pietramelara: impianto sequestrato

Notizia precedente

A Pimonte ‘Lo scudo di Teia’, lo spettacolo che rievoca la battaglia dei Monti Lattari

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..


Ti potrebbe interessare..