A Caivano don Patricello chiude il Grest per i ragazzi dopo gli spari

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Caivano don Patricello chiude il Grest per i ragazzi dopo gli spari

Sparatoria a Caivano ieri sera. Il parroco, don Maurizio Patriciello, si è visto costretto a chiudere il Grest estivo dei bambini per non mettere a rischio le loro vite. Ora denuncia: “Al momento opportuno non c’è nessuno, siamo stati abbandonati da tutti. Questi bambini non sono nemmeno di serie B. Sono di serie Z, senza diritti”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sparatoria al Parco Verde di Caivano: trovati 26 bossoli

Don Patriciello è amareggiato. Ricostruisce quello che è accaduto: “Ieri sera in chiesa ho tenuto una catechesi, la chiesa era piena di adulti. Da poco era finito il Grest dei bambini e grazie a Dio erano tornati a casa. Si sono cominciati a sentire spari, c’è voluto poco per capire che non erano fuochi d’artificio ma erano spari da arma da fuoco e forse anche armi pesanti.



    E’ durato parecchio, è arrivato il terrore, il parco si è svuotato completamente con queste persone che sparavano: erano evidentemente un clan contro l’altro per affermare il loro potere” Immediatamente la decisione del parroco di Caivano di sospendere il Grest: “Non mi perdonerei mai se dovesse capitare qualcosa ad un bambino.

    A Caivano don Patricello chiude il Grest

    Caivano don Patricello

    L’Immagine della piccola Noemi che porta i segni sul suo corpo è davanti a tutti. Sono addolorato perché in un Paese dove si urla la difesa dei diritti a destra e manca, questi bambini non hanno diritto nemmeno ai diritti di serie Z. Abbandonati da tutti”.

    Ora i bambini di Caivano non possono nemmeno giocare all’aperto dopo oltre un anno di lockdown per la pandemia: “Il prato verde è la più grande piazza di spaccio d’Europa, lo sanno tutti e che si fa? Stamattina parlavo coi carabinieri, non ce l’ho con nessuno, ma manca la volontà politica di prendere sulle spalle questi problemi .

    Questi posti sono un obbrobrio che non doveva nascere mai e adesso ci vorrebbe una cabina di regia, un coordinatore, qualcosa, qualcuno; avevamo appuntamento con Mara Carfagna; in questi anni sono venuti 5-6 ministri ma la gente è stanca anche della loro presenza perché si limitano a passerelle”.

    A Caivano don Patricello chiude il Grest

    Don Patriciello ha davanti agli occhi quel prato deserto, senza più bambini: “Il giardino è vuoto, c’è un silenzio di morte, questi bambini non vanno nemmeno in vacanza come tanti loro coetanei perché non ne hanno la possibilità, le case sono piccole , già c’è stata la pandemia.

    I bambini stanno chiusi dentro ma come possono crescere così? Tutti hanno diritto ai loro diritti ma i bambini non hanno nemmeno diritti di serie Z. A respirare non hanno diritto, alla salute nemmeno perché l’ambiente inquinato ha rovinato la salute a tutti, non hanno il diritto di scendere dalle loro case minuscole. Sono di serie z. Al momento opportuno non c’è nessuno . Ci dovremmo vergognare tutti”.


    Torna alla Home


    Ecco le estrazioni del Lotto di oggi 18 aprile: BARI 13 39 14 70 78 CAGLIARI 67 65 03 87 63 FIRENZE 85 90 19 67 78 GENOVA 60 81 39 33 13 MILANO 90 01 83 11 88 NAPOLI 18 12 80 29 19 PALERMO 50 83 40 24 12 ROMA 74 48 75 65 37 TORINO...
    Importantissima decisione delle Sezioni Unite della  Suprema Corte di Cassazione: cancellate milioni di intercettazioni in tutta Italia
    Palazzo Reale di Napoli si prepara ai ponti di primavera e alla grande affluenza turistica in città organizzando una serie di aperture straordinarie e di iniziative per implementare l’offerta culturale al pubblico. Sabato 20 torna l’iniziativa Il sabato dei depositi, aperture straordinarie del terzo sabato del mese, con una visita...
    L’iniziativa si aggiunge alle altre date simboliche per il Paese: 4 novembre e 2 giugno

    IN PRIMO PIANO