Dopo il debutto con il singolo ‘The Great Magician’, il duo Urban/R&B/Neo-Soul Blue Channel pubblica l’album ‘The Survival of Consciousness’

 

Le sorelle di origine brasiliana Maria ed Emanuela Negri dopo aver fatto parlare di sé con un solo singolo tornano a pubblicare un -singolo dal titolo “My Watery Eyes” che accompagna l’atteso debut intitolato “The Survival of Consciousness”.

ADS

R&B, Neo Soul, Urban e Jazz sono i generi musicali che le Blue Channel intrecciano in un coacervo di suoni abilmente curati dal producer Massimiliano D’Alessandro in arte Max Dale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ‘Distanze’, il nuovo album del compositore Lello Petrarca

La storia musicale delle Blue Channel è legata indissolubilmente a quella del producer salernitano con il quale hanno iniziano un percorso formativo che le porta nel 2018 a registrare i primi brani presso il Sound Club Studio per arrivare ai giorni nostri con un sound maturo che fonde vari generi di matrice Black.

Suoni minimali di stampo elettronico creano un melting pot artistico-culturale che affonda le radici nell’identità brasiliana delle sorelle Negri. E così il duo vocale sorprende per maturità e raffinatezza maneggiando con cura melodie e ritmiche tipiche degli anni 90 a sonorità elettroniche di stampo tedesco di inizio anni 2000. Non ultimi i testi scritti di loro pugno che sono spiccatamente introspettivi, tuttavia sono presenti tracce dal sapore e tematiche più libertini.

LEGGI ANCHE  Napoli: via i cassonetti sotto la casa di Totò

Associate alle Ibeyi, più per struttura che per i suoni, amano Frank Ocean e ascoltano Kendrick Lamar, D’Angelo, Lauryn Hill.

Continuando il viaggio sonoro, ma soprattutto visivo, le Blue Channel hanno pensato di elaborare un nuovo del brano “My watery eyes” curato dal regista giffonese Marcello Gallo.

GUARDA IL VIDEO

 



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

‘L’arte eterna nella basilica di San Giovanni Maggiore

Notizia precedente

Cetara racconta una pagina di storia con la visita dell’ambasciatore d’Algeria

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..