napoli no covid free

A Salerno e provincia si corre con il 77% della popolazione a Napoli invece solo il 58,56%, continuano i rifiuti sia ad Astrazeneca sia all’eterologa

______________________________

Salerno corre verso il titolo di prima città covid free della Campania, superando Napoli che difficilmente riuscirà a completare l’obiettivo per luglio.

Complessivamente in Campania sono stati vaccinati con la prima dose 3.169.623 cittadini. Di questi 1.320.829 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 4.490.452. Nella giornata di ieri sono state 43.448. Lo ha comunicato l’unità di crisi della Regione.

vacciniazione napoli

A Napoli continuano a registrarsi defezioni e rifiuti sia di over 60 che dovrebbero ricevere la seconda dose di Astrazeneca sia quella eterologa. Rifiuti all’eterologa anche da parte degli under 60.A Salerno e provincia invece si corre tanto che ad oggi c’e’ un totale di 850 mila vaccini somministrati, che coprono quindi il 77% della popolazione. Di questi oltre 600 mila (il 54%) hanno ricevuto almeno una dose mentre in 250 mila hanno completato con la seconda (il 22,7%).

A Napoli invece l’obiettivo era di raggiungere al piu’ presto il 75% di popolazione vaccinata, ma l’improvviso rallentamento nell’adesione ha reso l’obiettivo difficile. Al momento all’Asl Napoli 1 risulta che su una popolazione residente di 839.647 abitanti nel capoluogo la percentuale che ha ricevuto ad oggi la prima dose e’ del 58,56%, a quota 491.720 cittadini.

Un rallentamento contro cui l’Asl sta tentando di lottare da diversi giorni, provando a contattare nuovamente tutti coloro che non si sono presentati alla prime convocazioni. Attualmente in Campania 4.444.439 dosi sono state somministrate, tra primi vaccini e richiami, sulle 4.809.195 ricevute dalla Regione, vale a dire il 92,4%.

LEGGI ANCHE  Napoli, ragazzo si schianta contro le auto in corsa e gli amici mettono il filmato in rete
A NAPOLI I GESTORI DEI LOCALI DI VIA ANIELLO FALCONE PROVANO A LIMITARE I PROBLEMI CON LA MOVIDA 

Da ieri intanto la Campania è in zona bianca. Stop al coprifuoco anche se alcuni bar si autoregolamentano fissando limiti alla movida notturna: sono i locali di via Aniello Falcone, uno dei crocevia del divertimento notturno in citta’, che in gran parte hanno deciso di limitare il servizio all’una, dal lunedi’ al mercoledi’, e alle due nel resto della settimana.

 TI POTREBBE INTERESSARE ANCHECovid: 31 nuovi positivi e 4 vittime in Campania

“E’ un segnale che lanciamo, per dire ai giovani di divertirsi ma che il covid esiste ancora”, spiega Aldo Maccarone, presidente dell’associazione Chiaia Night. Sull’uso delle mascherine all’aperto, che il governatore De Luca pensa di mantenere obbligatorio a prescindere dalle decisioni del Governo, insorge il sindaco di Napoli: “Sono assolutamente favorevole gia’ da oggi a togliere le mascherine all’aperto perche’ ritengo sia inutile e controproducente per altre patologie. Il Governo prenda delle decisioni e le faccia rispettare, se qualcuno si discosta viola la legge “.


Di La Redazione

Ti potrebbe interessare..

Altro FlashNews